Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Commozione in città per la morte di Spartaco Capitali

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Forte commozione in città per la morte di Spartaco Capitali, amministratore e tesoriere del Pci di Terni dagli anni dopo la seconda guerra mondiale fino ai primi anni Novanta. Reputato da tutti, compagni di partito e avversari, persona buona e onesta. “Fu persona onesta, seria a volte sembrava timido, ma sempre tenace nel perseguire la politica e gli ideali della sinistra e dei lavoratori. Riposa in pace insieme ai tanti compagni che non sono più con noi”. Così lo ricorda Luca Traversi su Facebook. “Credo che Spartaco - così lo ricorda Giulio Cesare Proietti - si sia sentito responsabile in prima persona di quello che era accaduto a Terni e che abbia sofferto pensando di aver deluso tanti compagni e compagne che lo stimavamo e gli volevamo bene, perché lo ritenevamo ed era una persona coerente e convinta di agire per il bene. E', come noi, figlio di un secolo che ha scoperto che non basta seguire la propria coscienza per evitare il male. Ciao Spartaco”.