Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Regione, aut aut della Marini: legislatura appesa a un filo

La Marini durante le comunicazioni in Regione

Ale. Ant.
  • a
  • a
  • a

Catiuscia Marini ha pronunciato il suo ultimo aut aut. Nelle sue comunicazioni al consiglio regionale ha difeso il percorso di scelta delle nomine in sanità, la qualità dei nomi scelti, respingendo le accuse di mancata innovazione. E ancora su metodo, tutto legittimo. "L'albo degli idonei e i curriculum era a disposizione di tutti due mesi prima delle nomine". Poi ha chiesto alla maggioranza di rilanciare in nuovo patto riformatore, che la soluzione alla crisi aperta dalle dimissioni di Barberini deve essere "politica e non tecnicistica". E ancora: no a conservatori e innovatori "autoproclamati". Altra bordata ai bocciani. E se non ci sono le condizioni per mandare avanti la legislatura se ne traggano le conseguenze. Ergo tutti a casa. "Dico no alla politique politiciénne - ha affermato Marini - non voglio restare chiusa in questo acquario che è il consiglio regionale". Da qui l'ultimo invito al rientro di Barberini. Se così non sarà - minaccia Marini - il futuro della legislatura è appeso a un filo. Se qualcuno si aspettava una presidente conciliante si sbagliava.