Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nomine in sanità, M5S presenterà dossier alla Procura

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

“La presidente Catiuscia Marini smentisca in aula quanto dichiarato dall'ex assessore Luca Barberini oppure dia le dimissioni”: lo chiede il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati, annunciando la presentazione entro breve di un dossier alla Procura della Repubblica. Secondo Liberati, il dimissionario assessore alla sanità in conferenza stampa "ha confermato l'irritualità e l'illegalità delle nomine, inopinatamente effettuate da Catiuscia Marini”. Il capogruppo pentastellato annuncia anche la preparazione di un dossier che sarà consegnato alla Procura della Repubblica. Liberati fa riferimento alle parole pronunciate dal dimissionario Barberini, il quale “fa capire che per la presidente era pressoché inutile presentare curricula, perché, testualmente, ci si è limitati a un 'semplice ragionamento' e occorreva una 'valutazione più attenta'. Solo nella notte tra il 15 e il 16 febbraio – cita ancora Liberati - si sarebbe parlato di effettuare un improbabile esame dei candidati. E' mancato il metodo”. Per Andrea Liberati, Catiuscia Marini “non avrebbe rispettato la legge”. Intanto in relazione alle notizie riportate in merito all'intesa Regione-Università circa le nomine dei direttori generali delle aziende ospedaliere, la Regione Umbria precisa che tali nomine sono espressamente disciplinate dall'articolo 11 del Protocollo generale d'intesa fra Regione Umbria ed Università degli Studi di Perugia il quale recita che “il direttore generale delle aziende ospedaliero-universitarie è nominato d'intesa con il rettore dell'Università degli Studi di Perugia, attingendo all'elenco regionale dei candidati idonei alla nomina di direttore generale delle aziende e degli enti del Servizio sanitario regionale”. La procedura prevede, dunque, che all'indomani del deliberato della giunta regionale con il quale si approvano le nomine dei nuovi direttori generali, la presidente della Giunta regionale acquisisca l'intesa sulle nomine relative ai direttori generali delle aziende ospedaliero-universitarie da parte del rettore dell'Università degli Studi di Perugia in relazione alla esclusiva valutazione curricolare del candidato. Quindi successivamente la presidente della giunta regionale provvede all'emanazione del relativo decreto presidenziale di nomina.