Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dimissioni di Barberini, pressing per ricucire lo strappo

Marini e Barberini

AleAnt
  • a
  • a
  • a

Pontieri in pressing su Barberini. Il segretario del Pd, in primis, interpretando appieno la linea nazionale (Guerini segue da vicino la vicenda), ha voluto incontrare l'assessore alla sanità dimissionario. LEGGI Sanità, Barberini si è dimesso: ecco i nomi per la successione Un Leonelli che aveva plaudito alle nomine dei direttori e che ora sferza “le fibrillazioni interne al Pd e alla sua componente di giunta”, che “non rappresentano affatto una pagina straordinaria della vita politica istituzionale della Regione”. LEGGI Dimissioni di Barberini, la presidente Marini al contrattacco Dunque l'incontro con Barberini (mercoledì mattina al Broletto, nel suo ufficio, ndr) “risorsa significativa per il governo dell'Umbria”, è il primo di una serie di interventi siglati Leonelli per scongiurare le dimissioni. Auspicando la ricomposizione della vicenda Leonelli annuncia infatti che “mi prodigherò in tal senso, nella ricerca di una ritrovata unità del partito”. In soccorso arriva anche l'alleato socialista. Silvano Rometti, anche lui plaudendo senza mezzi termini sulle nomine firmate dalla Marini (“giudizio positivo, giusto mix tra rinnovamento e competenze”), critica chi vorrebbe aprire una crisi istituzionale e auspica pure lui “che l'assessore Barberini receda dalle sue intenzioni”.