Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

I sindacati a Mismetti: "Non siamo bugiardi"

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

La reazione del sindaco Nando Mismetti è stata veemente, ma i sindacati non ci stanno. E così arriva la controreplica sulla questione del trattamento accessorio ai dirigenti comunali. “Il sindaco smentisce sé stesso: nella delibera della giunta comunale 535 del 23 dicembre 2015, da lui approvata, c'è scritto ciò che ha riportato il sindacato nel proprio comunicato, a partire dal fatto che nel 2015 non era applicabile l'accordo del 2013 ma era “ineludibile” un accordo con il sindacato - affermano Patrizia Mancini della Fp Cgil, Adrano Tofi della Fp Cisl, Gianfranco Sotis della Uil Fpl e Andrea Russo della Rsu - per questo la reazione del sindaco sorprende ed è grave perché offende i sindacati e i lavoratori rappresentati quando dovrebbe sapere bene che hanno detto la verità”. Ma il contrattacco va anche oltre perche ad avviso di Cgil, Cisl, Uil e Rsu il sindaco “omette di dire che la retribuzione variabile è costituita da una componente obbligatoria che può essere integrata da una quota facoltativa aggiuntiva rispetto agli obblighi, che va verificata ogni anno con i sindacati. Un'integrazione facoltativa elevata era di certo giustificata durante il post sisma. Oggi richiede un'attenta verifica, visto che si chiedono sacrifici ai cittadini e ai lavoratori con redditi più bassi”.