Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Regione, proposta 5 Stelle: "Test antidroga per consiglieri e assessori"

Liberati e Carbonari (in alto), esponenti 5 Stelle in Regione

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Gli esponenti del Movimento 5 Stelle a Palazzo Cesaroni, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, hanno presentato una mozione con cui chiedono di istituire controlli antidroga casuali e periodici su consiglieri e assessori regionali. Per Liberati e Carbonari questa misura è necessaria perché legislatori e amministratori devono essere in grado di decidere lucidamente sui provvedimenti che approvano e per coerenza con la scelta di istituire una commissione speciale antidroga. L'intento è “promuovere un sistema di controlli per verificare l'eventuale utilizzo di sostanze stupefacenti da parte di consiglieri e assessori regionali, organizzando controlli semestrali e a cadenza casuale e rendendo poi pubblici i risultati dei test attraverso il sito internet della Regione Umbria”. Per gli esponenti di opposizione "il test antidroga va eseguito non soltanto perché il consigliere regionale deve dimostrare di essere pienamente 'compos sui' quando decide delle vite altrui, ma anche alla luce del fatto che viene proposta l'istituzione di una speciale commissione antidroga”. Secondo il M5S si tratta di un organo “utile soltanto a produrre qualche indennità di funzione in più senza incidere sul fenomeno”.