Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tagli a Province, occupazione dei lavoratori a Palazzo Bazzani

La Prefettura di Terni

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Dipendenti e sindacati dell'amministrazione provinciale occuperanno venerdì mattina, 19 dicembre, Palazzo Bazzani per protestare contro i tagli ai bilanci imposti dalla legge di stabilità e rimarcare le gravissime incertezze sul futuro dei servizi al cittadino e dei posti di lavoro. L'iniziativa rientra nella mobilitazione nazionale che per la giornata del 19 dicembre vede coinvolte tutte le Province italiane in lotta contro quello che viene definito dai sindacati un “delirio istituzionale” e non un riordino amministrativo. Fp Cgil, Fp Cisl e Fpl Uil nazionali e locali fanno appello anche alla presidente della giunta regionale Catiuscia Marini ricordando che, rimanendo così le cose in merito ai tagli e alla mancata riorganizzazione funzionale, la Regione sarà chiamata a farsi carico di una riconfigurazione degli assetti territoriali incompatibile con la garanzia dei servizi perché mancheranno sia le coperture finanziarie che il necessario supporto professionale dei lavoratori provinciali dichiarati in esubero. L'emendamento alla legge di stabilità introdotto dal governo prevede infatti una rideterminazione lineare della dotazione organica delle Province con una riduzione della spesa per il personale del 50% (30% per le Città Metropolitane). “La mancata proroga dei contratti a tempo determinato in scadenza al 31 dicembre 2014 – sottolineano ancora i sindacati – determinerà una effettiva carenza di personale addetto all'esercizio di funzioni che potrebbero essere riallocate a livello regionale”.