Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Province, domenica si vota per il rinnovo degli enti

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Domenica si vota per il rinnovo dei consigli provinciali e per l'elezione dei nuovi presidenti delle Province di Perugia e Terni, ridisegnate dalla legge Delrio. Il corpo elettorale è formato dai consiglieri comunali e dai sindaci dei comuni che fanno parte del territorio provinciale. Le operazioni di voto si svolgeranno dalle 8 alle 20, in un unico seggio elettorale costituito a Perugia, nella sala dell'ITC A. Capitini", viale Centova n. 4 e a Terni a palazzo Bazzani sede dell'ente. Si vota su due schede: una per l'elezione del nuovo presidente (la sfida è tra il sindaco di Foligno Nando Mismetti e il sindaco di Norcia Nicola Alemanno a Perugia mentre a Terni tra il primo cittadino della città delle acciaierie Leopoldo Di Girolamo e quello di Porano Giorgio Cocco) e una per il voto alla lista e ai candidati. Il voto, come è noto, è ponderato sulla base del numero degli abitanti dei vari comuni. Infatti la legge divide i municipi in 6 categorie. Sulla base di questi criteri, nella provincia di Perugia, gli 808 cosiddetti "grandi elettori" riceveranno una scheda di colore e di valore diverso. Mentre a Terni gli elettori saranno 403. Lo spoglio comincerà subito dopo la chiusura delle urne che, come detto in precedenza, è alle 20. I nuovi consigli provinciali saranno in carica 2 anni mentre i nuovi presidente delle due Province dureranno 4 anni. Si parla di enti di secondo livello perché gli elettori sono gli stessi sindaci e consiglieri comunali e non, invece, gli elettori attivi. Un'elezione come quella del presidente della Repubblica.