Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Forza Italia, voci sul "dissenso" di Laffranco nel giorno della Polidori

default_image

Lo avrebbe espresso attraverso un messaggio al cellulare

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Un dissenso educato, pacato, ma pur sempre un dissenso. L'onorevole forzista Pietro Laffranco avrebbe annunciato ad una serie di fedelissimi che sabato non sarà presente alla conferenza stampa (ore 11,30, palazzo Cesaroni) di presentazione del nuovo commissario di Forza Italia in Umbria, la parlamentare Catia Polidori. Non presente perché non d'accordo con la nomina e con il commissariamento. L'Umbria risulta unica regione commissariata da Silvio Berlusconi e niente lasciava pensare fino a qualche giorno prima che potesse accadere. Proprio la richiesta pressante di tornare coordinatore al sottosegretario Rocco Girlanda, che poi ha optato per restare al governo, avrebbe fatto imboccare la strada della Polidori. L'alternativa era lo stesso Laffranco, che però in quanto ex An non sarebbe stato il prescelto dei vertici nazionali, ossia di Berlusconi e i suoi più stretti collaboratori (Toti e Verdini). Laffranco, interpellato, non commenta e sulla sua presenza oggi in conferenza afferma sibillino: “Venite e vedrete”. Forse a dire che potrebbe essere tutta una montatura. Ma il caso politico c'è, eccome.