Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Costi della politica, via libera all'aumento degli stipendi dei sindaci: ecco chi sono e le cifre

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Aumenta lo "stipendio" o, per meglio dire, l'indennità dei sindaci dei Comuni fino a 5 mila abitanti. Un emendamento al Dl fisco a firma Mancini (Pd) innalza a 1.400 euro netti al mese il compenso dei primi cittadini. E' stata quindi trovata l'intesa sulla proposta di uno "stipendio di dignità" avanzata dall'Anci al premier Giuseppe Conte e al ministro dell'economia, Roberto Gualtieri. Attualmente l'indennità di funzione dei sindaci è parametrata sul numero degli abitanti del Comune: fino a 1.000 abitanti è pari a 1.291 euro (lordi); da 1.000 a 3.000 abitanti si sale a 1.446 euro, mentre da 3.000 a 5.000 abitanti si va a 2.169 euro, sempre lordi. Ma a queste somme vanno sottratte le tasse, a seconda della propria aliquota Irpef, nonché la riduzione del 10 per cento stabilita dalla finanziaria 2006. Il che significa che, anche solo considerando l'aliquota minima del 23%, un sindaco di un Comune di mille abitanti prende ogni mese mediamente poco più di 800 euro, quello di un Comune fino a 3.000 abitanti poco meno di 1.000 euro, mentre uno da 3.000 a 5.000 anime intorno ai 1.400 euro. Ora, se il Dl fisco sarà approvato, invece, sotto questa soglia non si potrà più scendere. E' giusto sottolineare, tuttavia, che le indennità di funzione non prevedono il versamento di contributi, a meno che il sindaco in questione, che sia lavoratore dipendente, non si collochi in aspettativa per l'espletamento del mandato. In tal caso il versamento dei suoi contributi è a carico del Comune.