Guerrini: "Cacciato perché scomodo e non in linea con l'apparato del partito"

Guerrini: "Cacciato perché scomodo e non in linea con l'apparato del partito"

Dopo un lungo ringraziamento per il grande lavoro svolto con capacità dalla giunta, il sindaco ha cominciato il suo intervento mettendo davanti a tutto, ciò che è successo ieri in consiglio comunale quando alcuni consiglieri di maggioranza e lo stesso Presidente del Consiglio hanno consentito il commissariamento del Comune di Gubbio.

21.05.2013 - 17:24

0

Si è svolta la conferenza stampa del sindaco Diego Guerrini e della giunta convocata per questa mattina a palazzo Pretorio. Dopo un lungo ringraziamento per il grande lavoro svolto con capacità dalla giunta, il sindaco ha cominciato il suo intervento mettendo davanti a tutto, ciò che è successo ieri in consiglio comunale quando alcuni consiglieri di maggioranza e lo stesso Presidente del Consiglio hanno consentito il commissariamento del Comune di Gubbio. « Siamo riusciti a raggiungere un importante traguardo quello di presentare oggi un comune sano, con i conti a posto ed in grado anche di poter abbassare la pressione fiscale. Nessun servizio è stato chiuso anzi è stato potenziato il sistema educativo, vinto un progetto sul sociale, ripresi i lavori del parcheggio di san Pietro. Nonostante i cambi normativi, la Gubbio cultura e Multiservizi è stata riportata sui giusti binari e garantiti i posti di lavoro. Queste ed altre importanti questioni o venivano affrontate di petto o non sarebbero mai state realtà. Non per il consenso del domani, ma per il futuro della città. Il mio pensiero va alle persone che mi hanno cresciuto e accompagnato in questi anni, molti dei quali ieri erano in lacrime. Un ringraziamento va a tutti i professionisti che abbiamo incontrato in questo percorso e che hanno collaborato costruttivamente con l’amministrazione, alle associazioni di categoria, alle componenti della città, alla Diocesi.» Il sindaco si è poi soffermato su tutto il percorso politico di questi due anni di mandato dal ritiro delle deleghe dell’allora vicesindaco M. Cristina Ercoli fino alla nomina dell’assessore Virna Venerucci. Un percorso travagliato nel quale Guerrini ha dichiarato che tutto è stato fatto per garantire la totale autonomia del Comune di Gubbio. Significativo è stato il momento del ritiro delle deleghe all’architetto Di Benedetto, ma anche l’inizio del percorso che ha portato alla caduta del governo cittadino. «Prima di quella vicenda tutto andava bene poi lo stesso presidente del consiglio che elogiava i risultati di questa amministrazione, ha improvvisamente cambiato idea. Frizioni anche con l'allora capo staff che ricordo è una figura a servizio del sindaco e non dell'assessore e del presidente del consiglio. La nomina di Giuseppe Merli ha creato uno scossone grande forse perché Merli è al di sopra di qualsiasi gioco politico; per non parlare della nomina dell’assessore Venerucci.» Al segretario del Pd Sarli il Sindaco ha chiesto le dimissioni per non essere stato in gradi di mantenere le promesse fatte mesi fa di appoggio e condivisione di un nuovo percorso dell’amministrazione e per aver avallato l’arrivo del commissario; richiesta che è stato poi rimarcata dagli assessori del Pd Merli e Venerucci nel loro intervento. Rivolto agli eugubini Guerrini ha voluto rivendicare il ruolo della politica che vanta ancora cittadini in grado di tenerne alto il nome lavorando con amore per la città. Ha sottolineato che, pur tornando a svolgere il proprio lavoro, continuerà ad essere a servizio della città auspicando uno scatto d’orgoglio per rivendicare il ruolo dei partiti. Una riflessione anche nei confronti della segreteria regionale del partito, poco presente e poco incisiva. « Sono risultato scomodo a Gubbio come a Perugia da quando ho cominciato il percorso con Matteo Renzi. Non ho fatto mettere le mani sull’autonomia di scelta di chi ricopre il ruolo di sindaco e ho sempre cercato di portare avanti azioni di cambiamento che invece sono state ostacolate dai gruppi interni ai partiti, dall’assenza del ruolo guida del gruppo del Pd e da una evidente invadenza di campo sull’azione politico-amministrativa del Presidente del Consiglio, sia in consiglio comunale, sia in commissione, sia nella vita interna dei partiti della coalizione. Si apre un precedente pericoloso in tutta Italia e vorrei vedere se il partito regionale non avviasse un’azione forte per il segretario del partito ed i consiglieri comunali responsabili dell’arrivo del commissario. Per la politica umbra sono sempre stato un ostacolo perché non in linea con l’apparato del partito. Uscirò di scena, con la creazione di una associazione culturale dove poter affrontare temi importanti e dare un contributo forte. Ringrazio per l'affetto ricevuto tutti gli eugubini che in questi due anni e soprattutto in questi giorni mi hanno sostenuto, capito e  apprezzato.  La parola è poi passata agli assessori primo tra tutti Palazzari che ha rivendicato con forza le scelte fatte sul sociale, settore troppe volte ingiustamente messo in discussione, ma con servizi garantiti ed implementati. Solo nella prima parte dell’anno al Comune di Gubbio sono stati riconosciuti come capofila della zona sociale n.7 quattrocento mila euro di finanziamenti. L’auspicio dell’assessore è volto a che il commissario possa portare a compimento i progetti messi in campo con l’ausilio degli uffici competenti. Nella valutazione politica Palazzari ha rimarcato la fine di questa avventura per motivi personali e non per questioni politiche, politica che vede ancora come fine nobile, legiferante ed in grado di dare risposte. L’assessore Bellucci ha garantito il proseguimento dei progetti in essere grazie alla collaborazione dei dipendenti dei vari settori di competenza che ha ringraziato per il lavoro svolto. Ha riconosciuto la collaborazione attiva del tessuto cittadino al bene comune, interpretando il ruolo degli amministratori a servizio della città. «Respingo e non accetto – ha affermato-  l'idea di una città che non abbia profuso il massimo delle energie, nonostante le difficoltà, ispirate dal principio di trasparenza.» Merli ha dichiarato che il fallimento di questo progetto è stato voluto da coloro che lo hanno per primi sottoscritto ed ha  invitato i cittadini a ricordarsi alle prossime amministrative di non rimettere in mano la città a chi per primo ha voluto distruggerla. Si è associato alle parole del sindaco Guerrini rimarcando l’inesistenza di un partito che non ha saputo essere garante perché dilaniato dai personalismi e dalle questioni interne. Infine l’assessore Venerucci ha ribadito la piena disponibilità dal momento dell’insediamento ad una proposta che fosse operativa seria e concreta pur nelle difficoltà riscontrate ed alla chiusura reale soprattutto da parte di alcuni politici. «Prg, energie rinnovabili, un nuovo percorso condiviso con i vertici Lumsa, quadro strategico per la valorizzazione del centro storico, tutti progetti che mi auguro gli uffici con i dirigenti sapranno in qualche modo portare avanti da qui alle prossime amministrative.»

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Umbria, c'è un cinghiale in campo: l'allenamento movimentato della squadra di calcio VIDEO
Il caso

Umbria, c'è un cinghiale in campo: l'allenamento movimentato della squadra di calcio VIDEO

L'allenamento della squadra di calcio è stato piuttosto movimentato. In campo succede quello che non ti aspetti. Capita in Umbria, in provincia di Perugia. Siamo anzi sul campo di calcio del Ponte Pattoli, squadra che si allena alla periferia del capoluogo. Per approfondire leggi anche: Maiale lanciato nel vuoto da settanta metri (video) L'insolito ospite arriva nel corso dell'allenamento serale ...

 
Regionali, Borgonzoni: "Essere in lizza per la vittoria e' gia' un fatto storico"

Regionali, Borgonzoni: "Essere in lizza per la vittoria e' gia' un fatto storico"

(Agenzia Vista) Bologna, 26 gennaio 2020 Regionali, Borgonzoni l'essere in lizza per la vittoria e' gia' un fatto storico "Solo essere in lotta per la vittoria in Emilia - Romagna è un fatto storico. Sono contenta della nostra campagna elettorale, anche se ho ricevuto molte critiche". Così Lucia Borgonzoni, candidata per il centro-destra per la presidenza dell'Emilia Romagna, conversando con i ...

 
Stefano Bonaccini vota a Campogalliano per le regionali in Emilia-Romagna

Stefano Bonaccini vota a Campogalliano per le regionali in Emilia-Romagna

(Agenzia Vista) Campogalliano, 26 gennaio 2020 Stefano Bonaccini vota a Campogalliano per le regionali in Emilia-Romagna Il candidato Presidente della Regione Emilia-Romagna per il centrosinistra Stefano Bonaccini vota nel seggio elettorale di Campogalliano, in provincia di Modena, per le regionali. /courtesy Etv Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Lucia Borgonzoni al voto per le regionali in Emilia-Romagna

Lucia Borgonzoni al voto per le regionali in Emilia-Romagna

(Agenzia Vista) Bologna, 26 gennaio 2020 Lucia Borgonzoni al voto per le regionali in Emilia-Romagna La candidata Presidente della Regione Emilia-Romagna per il centrodestra Lucia Borgonzoni vota nel seggio elettorale di Bologna per le regionali. /courtesy Etv Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Biagio Antonacci, il nuovo video con Gigi Buffon: "Ti saprò aspettare". Videoclip in anteprima

Musica

Biagio Antonacci, il nuovo video con Gigi Buffon: "Ti saprò aspettare". Videoclip in anteprima

Biagio Antonacci e Gigi Buffon insieme. Oggi, domenica 26 gennaio su Sky in anteprima il video del nuovo singolo di Biagio Antonacci ’Ti saprò aspettare', un brano ...

26.01.2020

Ricchi e Poveri, al Festival di Sanremo 2020 la reunion. Amadeus: "Colpaccio"

L'annuncio

Ricchi e Poveri, al Festival di Sanremo 2020 la reunion. Amadeus: "Colpaccio"

I Ricchi e Poveri tornano insieme, nella formazione originaria. E lo faranno al Festival di Sanremo 2020. Un ritorno eccezionale in occasione dei 50 anni del brano La prima ...

26.01.2020

Donatella Rettore a Domenica In da Mara Venier: "La mia storia con Red Canzian, poi l'amicizia"

Televisione

Donatella Rettore a Domenica In da Mara Venier: "La mia storia con Red Canzian, poi l'amicizia"

Donatella Rettore ospite a Domenica In da Mara Venier. Nell'intervista della trasmissione di oggi, domenica 26 gennaio, la cantante ha guardato agli esordi e alle sue storie ...

26.01.2020