Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cirillo: "Niente più liti in politica"

Giuseppe Cirillo

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Tra i candidati alla presidenza della Regione c'è anche lo psicologo e sessuologo casertano Giuseppe Cirillo, ispiratore del Partito delle buone maniere. Può spiegare agli umbri che cosa è il partito delle Buone Maniere? “Siamo un movimento di opinione che conta numerosi simpatizzanti in tutta la penisola e che sostiene l'uguaglianza, il rispetto e la condivisione. Desideriamo che non si litighi in politica, in amore e nei condomini. Buone maniere è aiutare chi è sfortunato, collaborare per una soluzione senza ingiurie e aggressività. E' dare esempio ai figli. Buone maniere è saper dire: ho sbagliato, rivediamoci....”. Perché ha deciso di candidarsi in Umbria? “Il nostro credo è transregionale. La nostra missione non è raccogliere più voti possibile e probabilmente non sarò io il prossimo governatore dell'Umbria, ma vogliamo lanciare un messaggio al centrodestra e al centrosinistra: gli umbri sono stanchi di accendere la tv e sentire diatribe inutili e speculative. Vogliamo portare le buone maniere in politica. Invece di pensare di essere tutti portatori di verità, sediamoci a un tavolo e collaboriamo sui temi prioritari”. Qual è la sua ricetta per rilanciare la regione? “In campagna elettorale vogliamo fare pressione sui responsabili della sanità e della Regione affinché siano resi accessibili velocemente gli apparecchi per dialisi e di pronto intervento per pazienti cardiopatici. Prioritario è anche istituire immediatamente un treno veloce sulla linea Perugia-Roma che permetta a lavoratori e studenti di non perdere ore inutili in treno. Altro punto importante è poi quello delle barriere architettoniche: pur avendo trovato una regione abbastanza attenta ci sono alcune situazione che mi sono state poste dagli stessi umbri: è il caso della stazione di Perugia. Serve un semaforo per regolare il transito dei pedoni dall'hotel Astor al piazzale della stazione: i pedoni di essere investiti per non parlare del fatto che i portatori d'handicap non possono certo usufruire del passaggio pedonale sottorraneo. C'è stata segnalata l'anomalia davanti al Comune di Terni con un groviglio di strisce pedonali che disorientano il pedone”.  Anni fa ha promosso il Partito dei preservativi gratis, stavolta come attirerà l'attenzione degli elettori? “Voglio far passare il messaggio sulla prevenzione e l'informazione, è questo il punto. Quindi anni fa quando mi inventai quella provocazione venni deriso, oggi molti governi nazionali seguono la linea dei condom gratis. Noi crediamo che fare formazione sanitaria ad ampio raggio, in ambito sessuale, sanitario, in tema di vaccini, voglia dire far essere più sani gli umbri. E credo che ogni genitore e nonno dovrebbe avere questa necessità”. Ma è vero che è intenzionato a fare il baciamano a tutte le donne che incontrerà durante la campagna elettorale? “Certo. E inviterò anche i candidati del centrodestra e del centrosinistra a farlo alle candidate avversarie. Una sorta di preludio alla galanteria in politica”. P.A