Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In Italia come rifugiati ma spacciavano erba, tre arresti e 19 denunce

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Tre nigeriani arrestati di 25 28 e 29 anni arrestati ai domiciliari per spaccio, tutti richiedenti asilo politico. Una rete di smercio di erba tra Roma, Gubbio e la provincia di Perugia che al termine dell'operazione effettuata da carabinieri di Gubbio e di Roma ha portato al sequestro complessivo d 7 kg di marijuana per 22.200 dosi. L'operazione, condotta dalla Procura di Perugia, in particolare dal sostituto procuratore Gemma Miliani nasce nell'agosto 2017 e si è conclusa nel giorni scorsi con l'emissione degli ultimi cinque provvedimenti di custodia emessi dai carabinieri di Gubbio e Sigillo. Sono diciannove in tutti i denunciati. Il capo era un nigeriano di stanza a Roma che nel dicembre 2017 è stato arrestato con 3,5 kg di droga. L'indagine nasce con l'individuazone di un pusher del centro di accoglienza rifugiati di Gubbio che approvvigionava di erba la provincia di Perugia. L'operazione si chiama "arachide", il nome in codice che spacciatori e acquirenti utilizzavano per chiamare la marijuana.