Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Muore Rossi, patron della Mercedes: toccante lettera dei dipendenti

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

“Salutiamo un uomo che ha fatto la storia, il brand Rossi deve i suoi natali a lui, così come Mercedes in Umbria e gran parte della storia dell'auto nella regione e fuori regione”. Con queste parole la concessionaria Rossi Mercedes-Benz rende omaggio al suo fondatore, Luigi Rossi, recentemente scomparso. “Prima dell'imprenditore, lo si apprende indistintamente nei racconti di collaboratori, ex collaboratori, clienti, conoscenti e amici – commentano da Rossi Mercedes-Benz –, Luigi Rossi anteponeva il lato umano”. “Grande conoscitore di auto, molto legato e affezionato alle tante persone che hanno ‘vestito la sua casacca' – ricordano da Rossi Mercedes-Benz –, su di lui ognuno ha un aneddoto, un racconto, come per esempio la sua esperienza nell'auto in Brasile, che ne svela il carattere: era al tempo stesso esigente ma comprensivo, severo ma gentile, sempre pronto a una parola buona. Aveva una grande visione. Se si aveva la fortuna di poterci parlare, ci si rendeva conto che per lui lo scenario dell'auto, anche oggi, è proiettato verso nuove sfide, nuovi traguardi”. “E sono proprio la sua visione, le sue indiscusse qualità umane e la sua esperienza – concludono dalla concessionaria Rossi – l'eredità più grande e impegnativa da emulare che Luigi Rossi ci lascia. Buon viaggio tra le stelle a colui che la Stella ha fatto sempre brillare”.