La street art d'argilla

Intervista a Adriano Massettini

La street art d'argilla

14.02.2018 - 20:00

0

Crea figure d’argilla mista a cellulosa. Modella forme di ogni tipo, simboli nei quali intravede una forte energia evocativa. Con questi adorna i tronchi degli alberi o li incastona tra le pietre delle mura di via Faina che costeggiano la strada che porta fino alla Torre del Cassero di Porta sant’Angelo.
Adriano Massettini, perugino di Porta Eburnea, ha frequentato il Tecnico industriale. Forse avrebbe preferito le Belle Arti ma non ha rimpianti. Fa l’infermiere al Santa Maria della Misericordia di Perugia nel reparto di Medicina interna. Ha 59 anni, è sposato con la signora Giuseppina, ha una figlia, Michela; entrambe approvano in pieno quanto sta facendo. Del resto quando toglie il camice che porta in corsia, Adriano indossa con entusiasmo quello della passione per l’arte ed è palese il suo senso di appagamento per quell’impasto di idee che tramuta in argilla. Si tratta di archetipi che per lui rappresentano “la sorgente dell’essere che si tramuta in contorni che emanano l’energia della vita”. Il concetto che può anche intimorire nella teorizzazione, in concreto si traduce semplicemente in forme poste l’una accanto all’altra, apparentemente sena uno schema definito, così accanto a Prometeo che rubò il fuoco agli dei per darlo agli uomini, c’è Topo Gigio, solo perché “ cosa mi dici mai” ha accompagnato l’infanzia di Adriano.
“L’argilla è materia viva che stimola la spiritualità e l’intelligenza rivelatoria. La mia - spiega - è un’arte di strada che quindi si lega alla natura in maniera indissolubile, fino al punto che alle forme che do io, si aggiunge la trasformazione naturale dovuta al vento, all’acqua e al sole”.
Dell’arte, questo filosofo-artigiano, ha un’idea precisa: “Prediligo quella che esce dalle gallerie e dai musei e che interagisce con la gente. La vedo come una forza libera. L’arte del vasaio come quella dell’artista consiste nel dare una forma al vuoto, nel definire l’indefinito”. Insoma, lui vede la sua arte di strada come una sintesi alchemica dei 4 elementi naturali. Acqua, terra, fuoco e aria interagiscono con le sue opere. Così d’estate, quando il fogliame dei tigli copre a cupola la strada, ciò che crea si immerge in una suggestiva e unica teca naturale. Con la giusta dose di sana ironia, sa che le sue forme tridimensionali, metafore della vita dell’Uomo, nascono con la prerogativa di poter tornare polvere. Magari prima che ... possa intervenire la pubblica amministrazione a porre fine, ma perché mai? alla sua argilla-street-art. Né, ambisce viceversa a chissà quali riconoscimenti da parte del popolo di Perugia. Certo gli fa piacere sapere che c’è chi apprezza ciò che fa.
Con sé ha un’agenda nella quale, chi vuole, può fare commenti su questa “libera” galleria d’arte a cielo aperto che consente perfino, a chi vuole, di staccare le opere dal muro e portarsele a casa. Gli è caro un commento, fra i tanti, dei suoi estemporanei ammiratori: “Ho incontrato dei segni e li ho seguiti perché hanno richiamato una parte di me. E ho conosciuto un’altra strada. Questi segni, come fossero chiavi, hanno scatenato visioni capaci di accedere alle radici oscure e profonde della terra dei tempi. Felice di avere incontrato un sentiero in comune con Adriano”. E pensare che tutto è iniziato nel momento in cui ha Massettini ha semplicemente deciso di abbellire il suo muro di casa dal quale si staccava l’intonaco. Si è ispirato, per fare ciò, alle mura di casa Franco Venanti, sapientemente decorate. In realtà il maestro con la street art ha sempre combattuto, perfino dagli scranni del consiglio comunale. Forse però, stavolta, anche lui si fermerebbe a osservare, benevolo, la passione di un artigiano dell’arte che ha voglia solo di tradurre in forme semplici la complessa poesia della vita. 

Riccardo Regi

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Berlusconi: "Non vi dico cosa hanno detto Merkel e Juncker di questo Governo"

Berlusconi: "Non vi dico cosa hanno detto Merkel e Juncker di questo Governo"

(Agenzia Vista) Roma, 22 agosto 2019 Berlusconi non vi dico cosa hanno detto Merkel e Juncker di questo Governo "o a esecutivi improvvisati, l'unico possibile è di centrodestra. Pericoloso un governo sbilanciato a sinistra. Non riferisco come Merkel e Juncker hanno definito il precedente governo. È stata indebolita l'economia italiana al punto che rasenta la crisi con un debito pubblico che ha ...

 
Berlusconi: "Dopo avventurismo degli ultimi mesi, serve esecutivo autorevole"

Berlusconi: "Dopo avventurismo degli ultimi mesi, serve esecutivo autorevole"

(Agenzia Vista) Roma, 22 agosto 2019 Berlusconi dopo avventurismo degli ultimi mesi, serve esecutivo autorevole "o a esecutivi improvvisati, l'unico possibile è di centrodestra. Pericoloso un governo sbilanciato a sinistra. Non riferisco come Merkel e Juncker hanno definito il precedente governo. È stata indebolita l'economia italiana al punto che rasenta la crisi con un debito pubblico che ha ...

 
Bolsonaro: gli incendi in Amazzonia? Colpa delle ONG

Bolsonaro: gli incendi in Amazzonia? Colpa delle ONG

San Paolo del Brasile, 22 ago. (askanews) - La foresta Amazzonica continua a bruciare. Quello che va avanti da giorni è uno dei più vasti incendi mai registrati nel polmone verde del pianeta, che produce il 20% dell'ossigeno dell'atmosfera terrestre, indispensabile per la vita sul nostro pianeta. In questi primi 8 mesi del 2019, nell'area i roghi sono aumentati dell'83% rispetto allo stesso ...

 
Trump sulla guerra commerciale con Pechino: Io sono l'Eletto

Trump sulla guerra commerciale con Pechino: Io sono l'Eletto

Roma, 22 ago. (askanews) - Nella girandola delle dichiarazioni quotidiane di Donald Trump, un nuovo parossismo è stato raggiunto con l'autoproclamazione a Eletto, "the Chosen One", il prescelto sul terreno della guerra commerciale con la Cina. "Qualcuno doveva farlo. Io sono l'eletto" ha detto ai giornalisti il presidente degli Stati Uniti. "Io affronto la Cina sul commercio, e sapete cosa? ...

 
Si è spento a 89 anni il maestro Sergio Perticaroli

Il maestro Sergio Perticaroli in una foto di diversi anni fa

Musica classica in lutto

Si è spento a 89 anni il maestro Sergio Perticaroli

Lutto nel mondo della musica classica. E' morto a Roma, dopo una lunga malattia, il maestro Sergio Perticaroli. Pianista italiano nato nel 1930, fra i massimi del Novecento, ...

21.08.2019

Spoleto

Le riprese di don Matteo
tornano il 30 settembre

Don Matteo torna a Spoleto. Quando? Il 30 settembre per il secondo blocco di riprese gli attori della fiction di Terence Hill, che trasformeranno ancora piazza Duomo e ...

15.08.2019

Morta Nadia Toffa, il messaggio di addio de 'Le Iene'

IL FATTO

Morta Nadia Toffa, il messaggio di addio de 'Le Iene'

(Agenzia Vista) Roma, 13 agosto 2019 Morta Nadia Toffa, il messaggio di addio de 'Le Iene' E' morta all'età di 40 anni Nadia Toffa, la conduttrice delle Iene che da anni ...

13.08.2019