Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lotta allo spaccio: arresto e denuncia

default_image

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Proseguono i controlli pianificati dal questore di Perugia in centro storico per il contrasto allo spaccio di stupefacenti. I poliziotti della volante hanno notato un giovane che si stava dirigendo verso il duomo ed hanno proceduto al controllo. Lo straniero, un gambiano, aveva occultati nella tasca un paio di pantaloncini che indossava sotto i jeans, infatti, il 21enne teneva 6 involucri ben confezionati. Dalle verifiche effettuate sulla sostanza contenuta nei pacchetti è emerso che si trattava di marijuana per oltre 13 grammi. Il gambiano è stato inoltre trovato in possesso di due telefoni cellulari e della somma di 60 euro, la cui provenienza è verosimilmente da ricondurre all'attività di spaccio anche perché lo straniero non risulta esercitare alcuna attività lavorativa.   Accompagnato in questura, gli accertamenti hanno evidenziato a suo carico pregiudizi per stupefacenti con un arresto nel gennaio di quest'anno, oltre a violazioni della normativa sull'immigrazione.  Tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della questura e successivamente giudicato con rito direttissimo. Il giudice, convalidato l'arresto, ha applicato allo straniero la misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. E ancora i poliziotti della volante lo hanno notato mentre si aggirava con fare sospetto all'interno della stazione di Fontivegge. Ad un certo punto l'uomo, alla vista della pattuglia, cercava di defilarsi entrando nel bar della stazione ma veniva bloccato dagli operatori.  Date le circostanze i poliziotti procedevano a perquisizione trovando in una delle tasche del piumino indossato dallo straniero 8 barrette di sostanza rivelatasi poi hashish per oltre 22 grammi. Condotto in questura, dagli accertamenti lo straniero, un tunisino dell'84, è risultato gravato da pregiudizi per violazione delle norme sull'immigrazione nonché destinatario di ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.  Denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio, sono state avviate le procedure per la sua espulsione.