Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tensione a Capanne, altro agente aggredito

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Dopo l'aggressione dei giorni scorsi ai danni di un Sovrintendente di polizia penitenziaria che lo ha costretto alle cure mediche e una relativa prognosi di sei giorni, ecco un'altra aggressione avvenuta sempre nel reparto isolamento come ci comunica il nostro segretario locale Alsippe di Perugia Sagliocco Francesco ad un agente scelto che è stato aggredito da un detenuto straniero, anche in questo caso per le ferite riportate il collega ha dovuto far ricorso alle cure mediche, con una prognosi 12 giorni. (Leggi anche Fanatico della Jihad). Situazione sempre più difficile nel carcere di Capanne a Perugia solo negli ultimi giorni due violente aggressioni ai danni del personale di Polizia penitenziaria, la segreteria generale invia la propria solidarietà e vicinanza al personale aggredito e condanna fermamente gli episodi di violenza, annunciando che invierà alla direzione una nota dove metterà in evidenza le varie problematiche dell'istituto per far sì che tra il personale non si vada smarrendo la serenità lavorativa che ha sempre contraddistinto l'istituto di Capanne.