Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morte di Montedoro, il cordoglio delle cantine di Bettona

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

“Con l'improvvisa scomparsa del professor Gianfrancesco Montedoro, l'Umbria ha perso uno dei protagonisti assoluti del settore vitivinicolo ed oleario, lasciando un profondo vuoto alle Cantine Bettona, sia per avere sempre svolto ruoli di primissimo piano (a partire dall'incarico di Enologo dalla prima vendemmia del 1969 a quella del 2014, fino a ricoprire per un mandato l'incarico di Presidente) sia per gli insegnamenti che ha lasciato ai dipendenti e al consiglio di amministrazione di cui è stato membro per lunghissimo tempo”. Con queste parole l'azienda Cantine Bettona si unisce al cordoglio della famiglia per l'improvvisa morte del “professore” (così veniva affettuosamente da tutti chiamato), figura di grande spessore e carattere, insegnante e importante guida in questi anni di crescita e sviluppo. Montedoro è deceduto nella mattinata di martedì scorso, a Bettona, all'età di 81 anni. Personalità tra le più apprezzate del mondo accademico e scientifico, è stato per molti anni, dal 1964 al 1995, docente di industrie agrarie all'Università di Perugia, dove è fu anche preside della facoltà di Agraria dal 1979 al 1982 e, dal 200, direttore del dipartimento di Scienze degli Alimenti. Fu anche presidente dell'Accademia Nazionale dell'Olivo e dell'Olio.