Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ancora nubifragi, l'Umbria sott'acqua

default_image

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Violenti nubifragi su tutta la regione hanno provocato non pochi disagi all'intera popolazione umbra nella giornata di sabato 6 agosto. I vigili del fuoco sono stati tempestati di richieste di interventi per allagamenti in garage, abitazioni e scantinati. Sulle strade la circolazione degli automezzi è andata a rilento e non sono stati pochi i casi di allagamenti. Nelle città si è riproposto il problema di caditoie e forazze che non hanno retto l'impatto con la grande massa d'acqua caduta in poche ore. A Gubbio il problema è stato sollevato anche per via politica. Con gli ultimi acquazzoni, che hanno provocato allagamenti in centro e nelle frazioni, di abitazioni, esercizi commerciali, sottopassi, parcheggi, alcuni cittadini hanno espresso preoccupazione e richiesto interventi. Qualche giorno fa si è tenuto un sopralluogo per verificare stato di manutenzione di caditoie e griglie di scolo, anche se il bilancio al momento non permetterà grandi interventi. Sulla vicenda stanno intervenendo alcune forze politiche. Il consigliere Gagliardi, “alla ripresa dei lavori presenterò una mozione urgente per la predisposizione di una mappatura delle aree a rischio allagamenti che determini le soluzioni tecniche da adottare. La comunità non può più essere ostaggio di banali acquazzoni”.