Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

A Riccione con i Frecciarossa

default_image

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Il 12 giugno entra in vigore il nuovo orario ferroviario, e le Frecce Trenitalia crescono ancora con nuove destinazioni. Quattro nuove corse Frecciarossa tra Roma e Milano (due dal 12 giugno e due dal 31 luglio) e due tra Roma e Venezia, porteranno a 90 i collegamenti giornalieri ad Alta Velocità tra la Capitale e Milano e a 38 quelli Frecciarossa e Frecciargento tra la Capitale e Venezia. Altre due nuove corse arricchiranno l'offerta Frecciargento tra Roma e Verona, portando a 16 i collegamenti giornalieri tra le due città, con prosecuzioni anche su Bolzano e Brescia al nord e Napoli al sud. Al via anche nuove rotte, come il Frecciarossa Milano – Lecce il sabato e i festivi e, con il Freccialink, la possibilità di connettere città lontane dall'infrastruttura ad Alta Velocità, come Matera, Potenza, L'Aquila, Perugia e Siena con i principali hub serviti dai Frecciarossa e Frecciargento, grazie ad un servizio integrato Frecce + Bus. (Leggi anche Il Frecciarossa arriva a Perugia) Poi tante fermate estive dei Frecciargento e dei Frecciabianca nelle principali località balneari dell'Adriatico e del Tirreno, frutto di speciali accordi con le locali associazioni degli albergatori tese a incentivare un turismo sostenibile che trova, nei servizi Trenitalia, il partner e l'alleato ideale.   VIAGGIO GRATUITO SULLE FRECCE PER CHI SCEGLIE GLI ALBERGHI DI RICCIONE, RIMINI E CATTOLICA Viaggio e trasferimento in hotel gratuito a chi sceglierà il treno per concedersi una vacanza di almeno una settimana a Riccione, Rimini e Cattolica, località turistiche da sempre molto ricercate dai turisti provenienti dall'Umbria. Settantadue fermate Frecciarossa, Frecciabianca e InterCity per i turisti diretti in Riviera Novità per il 2016: tutti i giorni, dal 12 giugno al 18 settembre, due Frecciabianca uniscono la Capitale e l'Umbria a Riccione. Il Frecciabianca 35852, con fermata a Terni alle 18,27 e a Foligno alle 19 arriverà a Riccione alle 21,07, mentre il Frecciabianca 35851 in partenza da Riccione alle 6,46 fermerà a Foligno alle 9,01 e a Terni alle 9,34   I TRENI NAZIONALI CHE CIRCOLANO IN UMBRIA Non cambia il volume dell'offerta dei treni a lunga percorrenza che interessano la nostra Regione. Oltre alla conferma della coppia di Frecciabianca tra Roma e Ravenna con fermata a Riccione, continueranno a circolare i 4 Intercity della Ancona – Roma (con fermate a Fossato di Vico, Foligno, Spoleto e Terni), i 2 IC della Perugia – Roma (con fermata anche ad Assisi) e la coppia di Intercity tra Terni e Milano (a Spoleto, Foligno, Assisi, Perugia Ponte San Giovanni e Perugia le fermate intermedie in territorio regionale). Invariata anche l'offerta dei treni nazionali tra Orvieto e Firenze / Roma.   Il prossimo orario vedrà anche aumentare le corse effettuate con il nuovissimo Frecciarossa 1000, fino a raggiungere le oltre 60 al giorno a fine anno. Ad un anno dal suo esordio,con 5,2 milioni di chilometri finora percorsi, sono stati già tre milioni e mezzo i passeggeri che ne hanno testato le eccezionali doti tecniche e di comfort. L'arrivo dei Frecciarossa 1000 permette di proseguire nell'ampliamento del network Frecciarossa, utilizzando la versione ETR500 su altre rotte, in sostituzione dei Frecciabianca, come sull'asse padano Torino-Milano-Venezia o dei Frecciargento come sulla rotta Roma – Firenze – Bologna – Venezia. L'Estate Trenitalia regala inoltre ai propri clienti molti motivi in più per abbandonare l'auto e scegliere il treno, a iniziare dall'opportunità di viaggiare sui Frecciarossa in Executive al prezzo del livello Business e in Business al prezzo dello Standard e sui Frecciargento, Frecciabianca e Intercity di viaggiare in prima al prezzo della seconda classe. L'offerta, denominata “Upgrade Estate” è valida per viaggi fino al 31 agosto. Un occhio di riguardo ai Cartafreccisti Young (under 26) e Senior (over 60). A luglio e ad agosto potranno viaggiare tutti i giorni, su tutti i treni nazionali e in tutti i livelli di servizio, tranne in Executive, con una riduzione del 50% sul prezzo base. Ad agosto un'attenzione particolare sarà riservata a chi vorrà portare il proprio cane con sé in vacanza, il compagno a quattro zampe salirà a bordo di Frecce e treni a lunga percorrenza pagando un ticket quasi simbolico: 5 euro. Non sono le uniche promozioni che renderanno conveniente, questa estate, la scelta di viaggiare Trenitalia. Oltre a riduzioni del 50% per destinazioni come Trento, Bolzano, Rovereto, Verona, Brescia, Bari e Reggio Calabria, a un bonus di 10 euro e 50 punti CartaFreccia extra a chi acquista un ticket Freccialink fino al 30 giugno e a uno “Speciale Roma”, che consentirà di raggiungere la Capitale, fino al 20 novembre, con una riduzione del 30% sul prezzo base, Trenitalia lancia il concorso “Viaggiatore per un anno”. Ogni giorno saranno premiati 11 fortunati clienti con 10 bonus sconto da 50 euro e un viaggio in Executive e, nell'estrazione finale, 10 clienti con una card per viaggiare gratis un anno intero su tutti i treni a percorrenza nazionale, insieme ad un'altra persona. A dieci anni dall'avvio dei servizi ad Alta Velocità e a otto dal lancio del brand Freccia non si arresta quindi l'impegno dell'azienda a stimolare la domanda e a meglio soddisfare le esigenze dei propri clienti con nuovi servizi, promozioni e innovazioni tecnologiche, né la crescita di volumi di traffico e di passeggeri per i servizi di punta di Trenitalia. Qualche dato: in dieci anni 300 milioni di viaggi in AV e 14,4 milioni di passeggeri sulle Frecce nel primo trimestre 2016, dopo che nel 2015 i passeggeri delle Frecce AV (Frecciarossa e Frecciargento) sono aumentati del 7% rispetto al 2014. Il sito ha raggiunto gli 8,5 milioni di visitatori al mese posizionandosi al primo posto, nella classifica Ecommerce Ranking, tra i siti italiani del Turismo. L'App Trenitalia ha già ampiamente superato i 2,5 milioni di download. I clienti CartaFreccia hanno superato i 5,4 milioni. L'indice di gradimento dei clienti, nell'ultima indagine demoscopica condotta da una società esterna, ha raggiunto la percentuale del 97,2%.