Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Aeroporto, privati e manager forte: la strategia della Marini

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Una sinergia con Marche e Abruzzo, un gemellaggio con gli scali di Ancona e Pescara per attrarre voli e ridurre le perdite. Le perdite sia del San Francesco che delle compagnie come Alitalia che vedono rosso nei voli da e per Perugia. La presidente Marini ha definito la strategia per l'incontro di mercoledì con i vertici dell'ex compagnia di bandiera. Marini rivendica quanto fatto sinora dalla Regione e dal pubblico sull'aeroporto umbro. E stimola il privato, soprattutto sul fronte turistico, che ora deve fare la sua parte. “L'aeroporto per poter essere utilizzato ha avuto a monte un grande investimento, finanziato da governo e Regione, 42 milioni - di cui 12,5 di palazzo Donini - che tra l'ampliamento di pista e aereostazione, gli adeguamenti alle normative e agli standard di sicurezza, lo hanno fatto diventare di interesse nazionale. Un grande sforzo è stato coprire l'investimento infrastrutturale". E l'interesse pubblico non può venire meno: "l'aeroporto è del demanio statale, Sase ne ha la gestione”. SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE DELL'UMBRIA DEL 20 APRILE