Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Finita la tregua armata in Regione, la Marini firma le nomine

default_image

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

La tregua armata in Regione è finita. Ed è riesplosa la guerra. La presidente Catiuscia Marini ha firmato le nomine dei quattro direttori generali di Asl e aziende ospedaliere. Giovedì lo aveva fatto per i direttori regionali. Walter Orlandi resta dov'è, ossia alla direzione regionale sanità. Niente rotazione, nessuna apertura all'ex Margherita, nonostante la mediazione del Pd che nel frattempo ha prodotto un documento per una riforma della sanità regionale. Luca Barberini è furibondo. “Questa è l'innovazione praticata dalla presidente Marini. Sono amareggiato. Io ho un'idea diversa e credo che molti umbri la pensino come noi. Non sfiduciamo nessuno, ma con queste condizioni non potrò essere portabandiera di un progetto di riforma che non condivido. Questa è una strada diversa. Trovo imbarazzante che quattro o cinque giorni fa si mettano fotografie di Roma parlando di innovazione e poi a Perugia si facciano scelte diverse. Hanno scelto di confermare i protagonisti di 20 anni fa. In bocca al lupo”. Alle ortiche dunque anche la tentata mediazione del partito. In una nota di Palazzo Donini fa sapere riguardo ai decreti del Presidente della Regione Umbria con cui sono stati nominati i sei direttori regionali "si tratta di atti dovuti anche in considerazione degli adempimenti e delle scadenze contrattuali. Per quanto riguarda la nomina dei direttori generali delle Aziende ospedaliere e sanitarie umbre, in data odierna è stata esclusivamente acquisita l'intesa con parere favorevole circa le nomine dei direttori delle due Aziende ospedaliere di Perugia e Terni, Emilio Duca e Maurizio Dal Maso, da parte del Rettore dell'Università degli studi di Perugia come previsto dalla legge regionale e dal Protocollo generale d'intesa tra Regione e Università. Tutto ciò non intende pregiudicare in alcun modo il confronto politico in atto rispetto alle questioni poste dal dimissionario assessore regionale Luca Barberini".