Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arrestato il ladro che terrorizzava due paesi

default_image

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Arrestato dai carabinieri della stazione di Corciano il ladro seriale che da mesi terrorizzava i cittadini di Mantignana e Corciano: decine di furti su autovetture, in abitazione e negli esercizi commerciali con una refurtiva complessiva di decine di migliaia di euro. In alcune situazioni era sufficiente lasciare temporaneamente l'auto in sosta che nell'arco di pochi minuti venivano asportate borse da donna, portafogli con all'interno contanti e carte di credito, con questi ultimi che venivano subito utilizzati per prelevare l'importo massimo consentito presso lo sportello bancomat più vicino. I furti su autovettura avvenivano soprattutto all'interno delle aree di servizio e nei parcheggi dei centri commerciali, indistintamente di giorno e di notte. Oggetto di “visite” erano anche le abitazioni: in alcuni casi dopo aver forzato gli infissi e approfittando dell'assenza dei proprietari il malvivente rovistava camera per camera, cassetto per cassetto, asportando non solo i gioielli, ma anche televisori a led di grandi dimensioni. Ulteriore obiettivi di questo disegno criminoso erano gli esercizi pubblici, con una condotta che era sempre la medesima: mediante la forzatura degli infissi il malvivente si introduceva nei negozi asportando dalla cassa i contanti e le monete; in un episodio avvenuto all'interno di un distributore il delinquente dopo aver forzato un erogatore di banconote si impossessava addirittura di circa 4.000 euro. I militari della stazione di Corciano dopo aver raccolto le denunce dei cittadini e attraverso un'attività investigativa fatta di riscontri e pedinamenti sono riusciti ad identificare l'autore: un italiano 44enne residente a Corciano che è stato colpito da un'ordinanza di misura cautelare in carcere dal Gip del Tribunale di Perugia che concordava integralmente con le risultanza investigative dei carabinieri, evidenziando come l'uomo eleggeva il furto e la commissione di reati contro il patrimonio a vero e proprio stile quotidiano di vita. Mercoledì sono scattate le manette, l'uomo dovrà scontare la misura cautelare presso il carcere di Capanne.