Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sollecito dalla Gruber: Amanda, Guede e la battaglia giudiziaria

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

“Ingegner Sollecito se la sente di giurare sull'innocenza di Amanda?”. “Posso giurare sulla mia persona, ma non su quello che riguarda altri. Forse lo farei sui miei genitori” . LEGGI Amanda e Raffaele assolti  Lo scambio di battute, fra la giornalista Lilli Gruber e Raffaele Sollecito, è avvenuto su La7 durante la puntata di martedì di Otto e mezzo. Il giovane, assolto definitivamente dalla cassazione per l'omicidio di Meredith Kercher, si è scagliato contro “gli inciampi del sistema giudiziario”. E i media che “hanno dato man forte agli errori”. “Meredith ha avuto giustizia - ha anche detto  - perché secondo me il responsabile è in carcere, è Rudy Guede”. Nello sfogo Sollecito ha parlato  di battaglia giudiziaria e mediatica: “Sono stato in silenzio nel dolore cercando di risparmiare energie per la battaglia giudiziaria ma ora ho sentito il dovere di parlare”, ha spiegato il giovane che ha raccontato la sua storia nel libro “Un passo fuori dalla notte”, in uscita per Longanesi editore. Sollecito ha detto che "giustizia è fatta nel modo più completo, si è arrivati all'obiettivo di determinare la mia estraneità e innocenza a questo reato ma il problema è che sono passati otto anni per definire quello che era chiaro fin dall'inizio."