Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Impresa di trasporti evade il Fisco: scatta maxi sequestro di 200mila euro

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Impresa di trasporti evade il Fisco, scatta maxi sequestro da 200mila euro. I beni sono stati sequestrati dalla tenenza della guardia di finanza di Assisi nei confronti di una società di trasporti nazionali, individuata nel corso di un controllo fiscale. Le fiamme gialle hanno accertato che l'impresa,  allo scopo di sottrarsi al pagamento delle imposte, aveva ceduto tutti i beni strumentali (autotreni, trattrici e rimorchi) e il pacchetto clienti della società a un nuovo soggetto giuridico, apparentemente estraneo alla vicenda, con il quale, di fatto, aveva continuato ad operare nel medesimo settore. Inoltre, l'amministratore della società, dopo aver svuotato l'azienda del proprio patrimonio, nel tentativo di far perdere definitivamente le proprie tracce, aveva fittiziamente trasferito la sede della vecchia società da Perugia a Palermo, intestandola a un prestanome nullatenente. Quindi, a causa dell'ingente debito nei confronti dell'erario, l'azienda è stata dichiarata fallita. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dall'autorità giudiziaria di Perugia che ha condiviso le ipotesi formulate dagli uomini delle fiamme gialle: sono quattro le persone, tutte originarie  della provincia di Perugia, denunciate per reati che vanno dalla sottrazione fraudolenta del pagamento delle imposte alla bancarotta fraudolenta. Le misure cautelari reali hanno interessato tre autocarri completi di rimorchio, tre rimorchi, un furgone e una trattrice stradale.