Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spaccio vicino alla piscina, preso il pusher

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Arrestato giovane albanese boss dello spaccio: incontrava i suoi clienti a Lacugnano. Gli uomini della squadra mobile – Sezione seconda (“Contrasto alla criminalità diffusa”), diretti dal dottor Chiacchiera e coordinati dal sostituto commissario Roscioli, hanno portato a conclusione una brillante operazione di polizia giudiziaria antidroga, condotta nei  confronti di un giovane pusher albanese particolarmente attivo a Perugia nella distribuzione di sostanze stupefacenti a Lacugnano. Il pusher, secondo quanto ricostruito dagli agenti, incontrava i suoi clienti nell'area della piscina comunale dove arrivava a bordo di una Fiat Stilo e, senza neanche scendere dal veicolo, allungava il braccio fuori dal finestrino, porgendo ai clienti piccoli involucri di sostanza stupefacente in cambio del denaro. I due, poi, se ne andavano in direzioni opposte. Dall'11 al 27 agosto, gli uomini della Mobile hanno visualizzato, monitorato e documentato otto episodi di spaccio effettuati dal giovane pusher. Fermati i clienti, sono stati loro a riconoscere lo spacciatore “di fiducia” sugli album fotografici della polizia. A questo punto la polizia è passata all'azione fermando l'albanese. All'interno del suo domicilio non hanno trovato droga ma 2.700 euro in contanti, presunto provento della sua intensa attività “commerciale”. L'uomo, del 1993, è stato sottoposto sia ad arresto in flagranza che a fermo di indiziato di delitto. L'uomo è stato accompagnato a Capanne.