Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Assume" cinque extracomunitari, denunciato impiegato

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Dichiara di avere cinque extracomunitari alle dipendenze come collaboratori familiari, impiegato denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Ci sono voluti due mesi di indagine agli investigatori della divisione anticrimine della questura di Perugia per smascherare il comportamento illecito di un perugino di 52 anni che per favorire la permanenza sul territorio nazionale di tre extracomunitari aveva falsamente dichiarato di averli alle proprie dipendenze. I controlli sono scattati al momento dei rinnovi dei permessi di soggiorno: ai poliziotti non è passato inosservato il fatto che un impiegato di una azienda privata, con un reddito appena sufficiente per il sostentamento di una famiglia, avesse alle proprie dipendenze ben cinque collaboratori familiari. Accertato che la madre dell'uomo aveva effettivamente bisogno di assistenza, i poliziotti si sono messi a controllare l'appartamento della donna a San Sisto vedendo l'alternarsi di due giovani, una tunisina e una albanese. Degli altri tre, due giovani marocchine e un trentenne tunisino, nessuna traccia. A questo punto è stato accertato il meccanismo: le due straniere effettivamente in servizio  erano regolarmente assunte e le relative spese erano a carico dell'anziana signora, mentre gli altri tre erano stati assunti dall'indagato solo per agevolarne il rilascio dei permessi e per consentire loro di permanere nel territorio nazionale. L'uomo ha ammesso tutto giustificandosi di non averlo fatto per soldi ma per “fare un favore” agli stranieri. Tutti e tre gli stranieri sono stati indagati per il concorso nel reato di falso; il rilascio del loro permesso di soggiorno è stato negato e dovranno lasciare il territorio nazionale.