Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bambini e patologie della pelle, i consigli per un'estate sicura

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

“E' un errore pensare che sia sufficiente l'ombrellone sulla spiaggia per salvaguardare la pelle del bambino, è solo un palliativo, occorrono prodotti di protezione selezionati per una buona prevenzione per le patologie più o meno gravi della pelle”. A parlare su come affrontare il problema della protezione dal sole per combattere il melanoma è il professor Luca Stingeni, direttore della struttura di Dermatologia dell'Azienda ospedaliera di Perugia. L'occasione la offre la riunione scientifica che sabato ha visto coinvolti dermatologi e pediatri dell'Umbria sul tema la prevenzione e nella cura delle patologie della pelle in età pediatrica. “Il melanoma nei bambini è fortunatamente una patologia rara - ha ricordato il dottor Gian Marco Tomassini - ma la sola strada da seguire è quella della prevenzione che offre sempre risultati eccellenti specie a medio e lungo termine”. Il professor Stingeni ha poi anche voluto ricordare l'età minima per l'esposizione solare diretta o indiretta per i neonati: “Le società scientifiche europee raccomandano che la famiglia vigilino sui bambini al di sotto di un anno di età, in contrapposizione alle linee guida americane, che pongono come limite i sei mesi di vita”. La riunione è stata organizzata dalla Associazione onlus No al melanoma.