Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sport e spettacolo insieme per ricordare Ilaria Abbate

Ilaria Abbate

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Perugia ricorda Ilaria Abbate. E lo farà domenica, 7 giugno a partire dalle 15, nello stadio comunale di San Sisto, dove prenderà il via l'evento promosso dall'associazione Apas onlus. GUARDA LE FOTO In ricordo di Ilaria sarà organizzato un quadrangolare di calcio, che vedrà scendere in campo due squadre di calcio femminile, la Res Roma, militante nel campionato di serie A, e la rappresentativa locale del Grifo Perugia, che si confronteranno con due formazioni maschili, la Nazionale Italiana Cabarettisti (anche loro provenienti da Roma) e una formazione mista Finanzia & Friends Team, capitanata dall‘imprenditore Brunello Cucinelli. GUARDA IL VIDEO Ilaria Abbate perse la vita, nell'estate 2014, a soli 23 anni, a seguito di una sparatoria a Ponte Valleceppi. L'ex compagno sparò a lei, al figlioletto, a un'amica e, subito dopo, si tolse la vita. Il bimbo, che ha compiuto 3 anni, è ancora in condizioni preoccupanti ed è ospite presso un centro di riabilitazione. Il ricavato della giornata di sport sarà devoluto al sostegno del piccolo e, in parte, al reparto di rianimazione dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, in cui Ilaria fu curata e assistita durante il periodo di degenza. Tra gli ospiti, Ilaria Toni, madrina dell'evento, e Mauro Casciari, inviato del programma televisivo Le Iene, telecronista d'eccezione. Oltre al calcio ci saranno anche delle esibizioni artistiche e tante sorprese che vedranno protagonisti la cover band dei Big Time Rush, 7 Cervelli e i testimonial ufficiali del Progetto Apas il Cobra Sandro Tovalieri per lo sport e Serena Saitta (testimonial della campagna contro il femminicidio). Grazie alla volontà dell'amica Ilaria Toni, sopravvissuta alla sparatoria, e del fratello Dario Abbate, l'Associazione “A.P.A.S. Onlus” ha deciso di proseguire il suo “Tour per la solidarietà“ a sostegno della campagna di sensibilizzazione #CISONOANCHEIO contro la violenza sulle donne, che ha già ricevuto prestigiosi patrocini da parte delle più alte Istituzioni, facendo una tappa importante a Perugia, con l‘obiettivo di superare pregiudizi che purtroppo, ai tempi odierni, esistono ancora nel nostro Paese nei confronti delle donne e contrastare il dilagare sempre più frequente di violenze familiari, dove il femminicidio è l'atto estremo al quale, sempre più spesso, si arriva in modo del tutto inspiegabile e inaspettato.