Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lotta a pusher e irregolari, controlli a tappeto nei parchi

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Pulizia e sicurezza. Sono richieste pressanti da parte dei cittadini che vorrebbero godere dei parchi ora che è tornata la bella stagione. Ma su Facebook si trovano foto dell'erba alta, indisciplinata e ondeggiante a Perugia. Anche sul parco della Verbanella l'attenzione non manca. Allora, giù con le immagini del piazzale superiore in via XX Settembre con tanto di chiosa: “Cassonetti stracolmi, immondizia sulla pavimentazione dove a sua volta cresce l'erba, aiuole abbandonate e senza un fiore”. Comune? Gesenu? Agenzia forestale? La gente non sa più con chi prendersela. Su un principio comunque non ci piove: l'incuria fa paura perché troppo spesso va a braccetto col degrado. Ed ecco il tema dell'insicurezza. Nei mesi passati, più volte è stato lanciato l'allarme riguardo al parco della Verbanella. I residenti lamentano frequentazioni da parte di quelli che hanno l'aria di essere pusher e tossicodipendenti. Con annessi e connessi: ossia fenomeni di microcriminalità. Negli ultimi giorni la squadra volante, diretta dal commissario capo Adriano Felici, ha intensificato i controlli nei parchi del centro storico e della Verbanella, tenendo conto delle richieste “dal basso”. La strategia del contrasto alla droga e all'immigrazione irregolare, quindi, almeno fino alla fine dell'estate, passerà sempre più spesso lungo i sentieri dei parchi. Tra verde ben curato, si spera. SERVIZIO COMPLETO DI ALESSANDRA BORGHI SULL'EDIZIONE DI LUNEDI' 25 MAGGIO DEL CORRIERE DELL'UMBRIA