Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Abusi sui fratellini, la posizione dell'artigiano si complica

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Abusi sessuali su due fratellini, si complica la posizione del presunto orco. L'artigiano di 65 anni dell'Eugubino-Gualdese è accusato di aver abusato sessualmente di un bambino e di sua sorella. In questi giorni è arrivato l'avviso di conslusione delle indagini a firma del pubblico ministero Valentina Manuali. Dove sono ben scolpiti gli elementi utili ad esercitare l'azione penale nei confronti dell'uomo, che si trova agli arresti domiciliari. A questo punto toccherà alla difesa, rappresentata dall'avvocato Ubaldo Minelli, tentare entro i termini fissati (venti giorni) di sgretolare il castello accusatorio. “Siamo quanto mai decisi a contrastare ogni addebito - attacca con forza il legale - magari portando in aula alcune persone informate dei fatti". Nell'avviso di conclusione delle indagini preliminari si parla (con tanto di particolari) “di più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, con ripetuti atti sessuali con il piccolo e con la sua sorellina, entrambi minorenni, in cambio di caramelle. Fatti verificatisi tra il novembre 2012 fino a 4 giugno 2014”. Accuse che rischiano di travolgere l'artigiano, che “avrebbe abusato più volte del bambino di otto anni proprio all'interno di una stanza situata al piano seminterrato della propria abitazione. E ciò mediante la visione - in diverse occasioni - di video pornografici”. Con le ultime risultanze investigative che lo inchioderebbero anche per presunte molestie sulla sorellina di dodici anni. Al momento non c'è traccia dell'amico del sessantacinquenne (un marchigiano) che “avrebbe partecipato agli squallidi incontri”.