Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Trasporta droga in corpo, fermato a bordo del treno

L'eroina trasportata dal nigeriano

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Dallo spaccio “di piazza” ai grossi carichi: catturato dalla polizia di Perugia corriere nigeriano in arrivo da Roma con la droga nascosta in corpo. Dopo l'operazione "Mama Boys" che ha portato alla cattura di dieci pusher e all'espulsione di altre sei persone, (GUARDA IL VIDEO E LE FOTO DELL'OPERAZIONE) gli uomini della sezione criminalizzata, diretti dal dottor Piero Corona, hanno “allargato” il loro raggio d'azione monitorando le principali vie d'accesso alla città, con particolare attenzione a quella ferroviaria. Così nella serata di giovedì 26 febbraio è stato arrestato un corriere della droga. Una squadra della Sco è salita a bordo di un convoglio proveniente da Roma, passando sotto la lente di ingrandimento tutti i passeggeri presenti. Così hanno notato un uomo di colore particolarmente nervoso: sottoposto a un normale controllo di identificazione, il viaggiatore, sprovvisto di qualsiasi documento, è stato accompagnato in questura per gli accertamenti del caso. I sospetti degli investigatori, incrociati con i precedenti specifici per droga a carico del fermato, hanno suggerito ulteriori accertamenti, ma prima di lasciare la questura per accompagnare il nigeriano in ospedale, l'uomo ha espulso due ovuli termosaldati contenenti una polvere biancastra. Si trattava di eroina, per circa 23 grammi. Così il corriere è stato arrestato in flagranza e trasferito a Capanne. L'uomo, un nigeriano del 1972, è conosciuto alle forze dell'ordine per la violazione delle norme sull'immigrazione, per spaccio di sostanze stupefacenti e per evasione.