Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Risse, droga e prostituzione al parco Sant'Anna: la rabbia dei residenti

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Bivacchi, panchine divelte, urla, risse, droga e prostituzione. Tutto all'insegna del ‘siamo noi i padroni'. Siamo arrivati al punto che dobbiamo essere noi che portiamo i nostri figli al parco Sant'Anna, a nasconderci per non essere scoperti dai delinquenti. Che, di notte e di giorno sono lì, a dimostrare la nostra impotenza”. Così inizia la presa di posizione di Giampiero Tamburi, del Club Pallotta Perugia. Che aggiunge: “Non bastano gli interventi di scout o associazioni. Bisogna intervenire sulle cause che determinano queste inquietanti presenze”.