Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dal Brasile al Santa Maria della Misericordia per operarsi alla tiroide

default_image

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Il primo paziente era arrivato dall'Australia qualche settimana fa (LEGGI L'ARTICOLO) per sottoporsi ad un intervento chirurgico alla tiroide. E ora una donna venuta dal Brasile ha scelto di curarsi al Santa Maria della Misericordia per la stessa patologia. A giorni toccherà ad una paziente iraniana.“Il nostro centro per la cura delle malattie della tiroide è tra i pochissimi in Italia e nel mondo ad eseguire la tecnica di ablazione dei noduli tiroidei senza anestesia, riducendo le dimensioni del nodulo senza modificare la funzione della ghiandola tiroidea- sottolinea il professor Pierpaolo De Feo - Inoltre va evidenziata la possibilità che viene proposta e cioè di effettuare l'intervento in giornata, in regime di day surgery: anche questo è un incentivo ad accedere ai servizi del nostro centro da parte di utenti non solo provenienti dall'Umbria e da tante altre regioni italiane, ma da numerosi altre nazioni”. La donna, che è arrivata da San Paolo con il marito e due figlie, fa sapere attraverso l'ufficio stampa dell'Azienda ospedaliera di Perugia di aver saputo della tecnica della ablazione della tiroide dal proprio endocrinologo, che conosceva le pubblicazioni scientifiche firmate dal professor De Feo e dal dottor Giovanni Gambelunghe. La paziente ha sostenuto una spesa per le prestazioni assistenziali di 1.560 euro (intervento chirurgico e ricovero).