Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Umbria, in Cig oltre 31mila persone

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Sono 31.436 le persone in Cassa integrazione in Umbria. Si tratta di 22.501 uomini e 8.935 donne. Il dato fornito dall'Inps regionale è aggiornato a venerdì pomeriggio e non è il solo che restituisce il quadro, a questo punto definitivo almeno per quanto riguarda le prime nove settimane di cui potevano godere le aziende in emergenza Covid. Di questi oltre 31 mila infatti, sono stati in 29 mila ad aver ricevuto il pagamento di almeno un mese da parte dell'Inps. Gli oltre due mila di differenza che ancora non hanno ricevuto emolumenti dell'istituto di previdenza sociale sono da ricondursi alla mancata trasmissione dei modelli SR41 da parte delle aziende o dei consulenti commercialisti delle stesse. L'ente di previdenza sociale ha autorizzato le domande di 8.822 imprese su un totale di 8.967. Dalla Regione infatti sono transitati circa 30 flussi da 300 domande ognuno agli uffici di via Canali dove poi sono state lavorate le domande. La media di lavoratori in Cig in deroga per ognuna è di circa quattro dipendenti, ma c'è anche chi ha attivato l'ammortizzatore solo per uno o per dieci.Stando ai dati pubblicati nel sito di Arpal (Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro), aggiornata invece al 27 maggio, sono state autorizzate le domande per la Cassa integrazione in deroga di 8.969 per un totale di 23.284 lavoratori. Sempre stando ai dati pubblicati dalla Regione aggiornati fino al 27 maggio, sono 242 le domande annullate, mentre sono 1.084 quelle rigettate.