Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Umbria, dalla Regione 290 mila euro alle agenzie di viaggio

Esplora:

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Un bando da 290 mila euro per aiutare le agenzie di viaggio dell'Umbria. E' quanto è stato stabilito dalla giunta regionale dell'Umbria nella seduta della scorsa settimana su proposta dell'assessore, Paola Agabiti. Non solo, la dotazione finanziaria iniziale prevista, “potrà essere, sulla base delle richieste pervenute, incrementata o modificata”. “Nell'ambito dell'organizzazione turistica privata - recita la delibera - le agenzie di viaggio sono senza dubbio le imprese che, attraverso l'attività di incoming, riescono meglio di altre a valorizzare il territorio mediante l'organizzazione e la vendita di pacchetti turistici creati ad hoc. A seguito dell'emergenza sanitaria Coronavirus il comparto turismo è quello in maggior sofferenza sia per la sospensione delle attività economiche, sia per il divieto di spostamento dei cittadini italiani e stranieri e, anche se l'Umbria si presenta come destinazione ideale sul mercato che nel 2020 sarà quasi esclusivamente nazionale, i limiti dati da una scarsa organizzazione dei prodotti turistici e dalla carenza dei servizi destinati al mercato individuale, uniti alla modesta diffusione dell' e-commerce, rischiano di rendere vani gli sforzi che la Regione Umbria sta facendo nel campo della comunicazione. Rispetto alle criticità evidenziate, fondamentale è il ruolo delle agenzie di viaggio e turismo, che, con la costruzione di pacchetti turistici possono concorrere ad incrementare i numeri del turismo incoming”. Di lì la creazione del bando. L'unica condizione per ottenere il contributo, sta scritto nell'att, “è la costruzione di pacchetti turistici, commercializzati attraverso il booking del portale regionale www.umbriatourism.it”.