Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Picchia la moglie sorpresa a chattare: in carcere 42enne perugino

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Due settimane fa la polizia era intervenuta in un appartamento della periferia perugina, dove una donna, terrorizzata, aveva chiesto aiuto. Durante la serata, il marito aveva sorpreso la moglie in camera da letto, mentre era impegnata a chattare. Le aveva strappato di mano il cellulare, scoprendo che stava conversando con un altro uomo. La sua reazione era stata furente: infatti l'uomo, un perugino di 42 anni, l'aveva ripetutamente insultata e minacciata. Neppure l'intervento dei figli minori della coppia era servito a placarlo; al contrario, lui si era scagliato contro la moglie, schiaffeggiandola e colpendola alla spalla. I due minori avevano tentat di difendere la madre, frapponendosi tra lei e il padre; tuttavia, anche loro erano stati colpiti e strattonati dal marito furioso. LEGGI Picchia la moglie davanti ai figli per gelosia La polizia aveva fatto intervenire personale del 118 affinché fossero praticate le cure del caso alla donna e ai due ragazzi. Ciascuno dei tre aveva riportato varie contusioni con prognosi di cinque giorni, mentre l'uomo, dopo essere stato condotto in Questura, era stato denunciato dalla Polizia per i reati di maltrattamenti in famiglia, minacce, ingiurie e lesioni personali. I successivi approfondimenti investigativi hanno permesso di accertare che l'episodio era stato solo l'ultimo di una lunga serie di scenate di gelosia e violenze fisiche e psicologiche perpetrate dal 42enne nei confronti della moglie e dei due figli minori. Così, alla vigilia delle feste, pochi giorni fa, il Gip presso il Tribunale di Perugia, dr. Avenoso, ha emesso nei confronti dell'uomo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, in considerazione della sua estrema pericolosità. Il 24 dicembre la polizia ha eseguito la misura cautelare ed il 42enne ha trascorso il Natale a Capanne; i suoi familiari vivono in una struttura protetta.