Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Truffe in nome dell'Enel, ecco come difendersi

Esplora:

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Enel Energia torna a proporre alcune semplici raccomandazioni per evitare le truffe da parte di sconosciuti, che si presentano come operatori Enel. "E' necessario pretendere sempre l'esibizione del tesserino Enel di riconoscimento - dicono dall'azienda - tutti i dipendenti Enel sono in possesso di un tesserino plastificato con logo aziendale, foto e dati di riconoscimento, al pari degli agenti specializzati di Enel Energia che presentano a domicilio le offerte.  Non accettate nessuna transazione economica a domicilio: Enel ricorda che nessuna forma di riscossione o restituzione di denaro viene effettuata a domicilio. Per quanto riguarda le verifiche dei contatori, Enel Distribuzione effettua periodicamente dei controlli a distanza dei gruppi di misura per garantirne il corretto funzionamento. In alcuni casi occorre una verifica del contatore direttamente sul posto attraverso il proprio personale qualificato, il quale è comunque sempre munito di tesserino. Anche in questi casi, il personale Enel che interviene sul posto non è autorizzato a chiedere né accettare pagamenti dai clienti.  Nessun oggetto può essere richiesto con la scusa di far funzionare o sistemare il contatore: ogni strumento utile all'esecuzione di eventuali verifiche o interventi è in possesso dei tecnici Enel.