Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Febbre azzurra, tutto sulla due giorni della nazionale a Perugia

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Tira. Tira sempre. La nazionale porterà 25mila spettatori al Curi, mercoledì sera (inizio ore 20,45) e l'appuntamento non è esclusivamente sportivo trattandosi della sfida amichevole con il piccolo Lussemburgo, ma una festa, un regalo. Una grande emozione. Il ritorno del Perugia in serie B ha convinto il presidente del comitato umbro della Figc Luigi Repace ad accelerare i tempi per ottenere da Abete l'ok a una partita di grande richiamo per il pubblico perugino e umbro in genere. "C'era una promessa - ha spiegato Repace - ed è stata mantenuta subito, questo è il mio regalo."  Eccoci dunque a una "due giorni" azzurra che vedrà sugli spalti del Curi anche tantissimi ragazzi. Tifosi azzurri pieni di aspettative e sogni in vista dei mondiali - questo è l'ultimo test - perché mercoledì a partita terminata la squadra di Cesare Prandelli partirà direttamente per Roma da dove giovedì volerà in Brasile. Siamo in pieno clima Coppa del Mondo e si sente. Il programma La nazionale arriverà a Perugia martedì 3 giugno in autobus da Coverciano e nel primo pomeriggio e raggiungera' direttamente lo Stadio 'Renato Curi'. Alle 17,30 è prevista una conferenza stampa del Ct Cesare Prandelli e di un calciatore presso la sala stampa dello stadio. Intorno alle 18 si svolgerà l'allenamento aperto al pubblico e ai giornalisti.  L'apertura dei cancelli è dalle 16, il pubblico sarà sistemato in gradinata, l'ingresso è gratuito. E' prevista tantissima gente, al punto che in caso di esaurimento posti in gradinata, l'organizzazione è pronta ad aprire la curva sud. Dopo l'allenamento rientro in albergo e riposo fino al giorno della sfida con il Lussemburgo. Stadio tutto esaurito con cancelli che verranno aperti alle 18. Al termine dell'incontro è prevista la Conferenza del Ct. Le scelte di Prandelli Proprio alla vigilia della partenza per Perugia sono stati  ufficializzati i numeri di maglia dei 23 azzurri convocati da Cesare Prandelli per la Coppa del Mondo e si registra la rabbia di Pepito Rossi per l'esclusione. Portieri: 1 Buffon, 13 Perin, 12 Sirigu. Difensori: 7 Abate, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 4 Darmian, 2 De Sciglio, 20 Paletta. Centrocampisti: 14 Aquilani, 6 Candreva, 16 De Rossi, 8 Marchisio, 5 Thiago Motta, 18 Parolo, 21 Pirlo, 23 Verratti. Attaccanti: 9 Balotelli, 10 Cassano, 11 Cerci, 17 Immobile, 22 Insigne.  Alla sessione di allenamento del pomeriggio di lunedì non ha preso parte Ciro Immobile autorizzato dalla federazione a volare in Germania per sottoporsi alle visite mediche con il Borussia Dortmund, il club in cui giocherà nella prossima stagione. E adesso la nazionale a Perugia, da abbracciare, incitare. Per un sogno azzurro. Crederci o lasciare.