Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Psicosi Coronavirus, il tassista si difende: "E' stato solo un malinteso"

default_image

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

“La ragazza cinese ha raccontato anche a noi che un tassista non l'aveva fatta salire in auto dopo avergli detto che arrivava dalla Cina. Ma io vorrei chiarire che i nostri tassisti non sono razzisti e lavoriamo continuamente con gli studenti orientali, e anche in questo momento di emergenza adottiamo un comportamento responsabile. Quello accaduto venerdì pomeriggio è stato un malinteso”. Stefano Paolucci , vicepresidente della Cooperativa taxi, telefona in redazione per chiedere e dare spiegazioni sull'episodio accaduto alla fermata degli autobus di piazza Partigiani raccontato dal Corriere, dove una ragazza di origine orientale, studentessa a Perugia, ha raccontato che le era appena stato rifiutato un passaggio in taxi perché proveniente dalla Cina.