Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Minaccia di spaccare la testa all'ex moglie e al suo nuovo compagno, arrestato

default_image

L'uomo da 3 anni aveva iniziato a perseguitare la donna anche con sms osceni, insulti e appostamenti

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Non aveva mai accettato la fine del suo matrimonio, ma soprattutto non tollerava che la ex moglie si fosse rifatta una vita e avesse un nuovo compagno. Per questo, M.S., anno 1971, dal 2011 aveva iniziato a perseguitare la donna in ogni modo, con sms osceni ed ingiuriosi, appostamenti, minacce telefoniche nei confronti suoi e del nuovo compagno. La donna, preoccupata anche per il bambino avuto con il 43enne 6 anni fa, aveva più volte cambiato il numero di cellulare, formalizzando numerose denunce nei suoi confronti. Quest'ultimo però non ha mai desistito, aumentando progressivamente la gravità delle offese e delle minacce. Fino agli ultimi due episodi, quando l'ex marito si è recato a casa dell'ex moglie, nella zona della Pallotta, bussando alla porta e inveendo furiosamente contro di lei e contro il compagno, minacciandoli di spaccargli la testa. Due giorni più tardi, l'uomo, ha telefonato nuovamente all'utenza fissa dell'abitazione. Stavolta a rispondere è stato il bambino, ma l'uomo ha cominciato ugualmente ad insultare pesantemente la donna con frasi oscene, minacciando pure il compagno. Insospettita dalla lunghezza della telefonata e dall'anomalo comportamento del bambino, profondamente turbato, la donna ha attivato il viva voce e ha registrato tutte le frasi pronunciate da M.S., per poi chiamare la polizia. L'uomo è stato così arrestato per atti persecutori nei confronti della ex moglie.