Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Consegnati dalla Regionequaranta nuovi alloggia Villa Pitignano

All'intervento, frutto di un'azione sinergica tra diversi enti, la Regione ha partecipato con importi di oltre tre milioni di euro, pari all'85% della spesa complessiva

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Consegnati stamani 40 nuovi alloggi a Villa Pitignano di Perugia. Si tratta di due edifici di quattro piani, di nuova costruzione: 20 alloggi destinati alla locazione a canone sociale e 20 a canone concordato. All'intervento, frutto di un'azione sinergica tra diversi enti, la Regione ha partecipato con importi di oltre tre milioni di euro, pari all'85% della spesa complessiva sostenuta dall'Ater, per gli alloggi a canone sociale, e di 1.400.000 euro, pari al 50%, per quelli a canone concordato. "L'intervento - ha detto l'assessore Stefano Vinti, presente stamani alla consegna degli alloggi conferma una volta di piu' l'impegno della Regione Umbria sul fronte dell'emergenza abitativa, che investe i nostri territori e le nostre citta' in maniera sempre piu' pesante: una sentenza di sfratto ogni 56 famiglie, in provincia di Perugia, ed in provincia di Terni addirittura una sentenza ogni 50 famiglie. L'impegno della giunta regionale in questo quadro si e' andato intensificando con la ricerca di nuove ed alternative soluzioni a sostegno delle famiglie in difficolta'. La prima importante misura riguarda un milione e mezzo di euro stanziati per agevolare l'incontro della domanda e dell'offerta sul mercato privato della locazione, mediante l'erogazione di contributi ed incentivi ai proprietari che mettono a disposizione alloggi liberi, che dovrebbe portare nel giro di pochi mesi al reperimento di almeno trecento alloggi a canone concordato. Altra misura significativa e' la convenzione stipulata dalla Regione con la Gepafin, che punta a sostenere i cittadini che vogliono contrarre un mutuo per l'acquisto della prima abitazione. Dall'inizio del 2013 sono stati accolte 77 richieste, per 6 milioni e mezzo di euro. La convenzione resta aperta con un fondo che ha ancora una capacita' di circa 23 milioni di euro".