Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ritocco a Imu e Irpefper compensare le minori entrate

E' quanto stabilito dal bilancio di previsione 2013. Aumento rispettivamente dello 0,6% e dello 0,1%

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Il bilancio di previsione 2013, illustrato dall' assessore Livia Mercati ed approvato oggi in giunta, parte dalla premessa che rispetto al 2012 vengono a mancare alle casse del Comune 12,8 milioni, dei quali 9 per minori trasferimenti statali e 3,8 per minori entrate (per via, ad esempio, del minore gettito dei permessi a costruire). “E' evidente  - ha detto il sindaco Boccali - che si tratta di un bilancio che risente della crisi del Paese nel suo complesso, delle penalizzazioni subite dagli enti locali, dalla mancanza di certezze per quanto riguarda l' autonomia impositiva. In questo quadro generale, il Comune ha confermato la sua strategia di sostegno degli strati più deboli della popolazione e, dunque,  di conferma di tutti i servizi principali. Sottolineo che continuiamo a spendere 25 milioni per il trasporto pubblico, di cui solo 8 rimborsati dalla Regione, che non abbiamo operato tagli sul  bilancio sociale, che la pubblica illuminazione ci costa 300/350.000 euro al mese ed il verde pubblico 2 milioni l'anno. Nonostante tutto, quindi, un bilancio che permette alla città di conservare i suoi livelli di vivibilità, un fatto che in Italia oggi non si può dare come scontato”. Questi, nel dettaglio, i provvedimenti: Per quanto riguarda la parte Entrata: aumento allo 0,6% dell'aliquota Imu sull'abitazione principale per un possibile incremento del gettito di 3 milioni (con l' avvertenza che la seconda rata, in presenza di copertura, non sarà pagata dai cittadini ma il suo importo verrà versato ai Comuni dallo Stato); aumento dello 0,1% dell'addizionale Irpef per un possibile incremento del gettito di  2,8 milioni (ma saranno esentati i redditi fino a 12.500 Euro); maggiori entrate per 2.080.000 sui seguenti capitoli: Canone Pietramelina 80.000 euro; Rimborso Imu immobili di proprietà comunale 800.000 euro; Incremento Fondo di Solidarietà 200.000 euro; Imposta comunale sulla pubblicità 300.000 euro; Tosap permanente 100.000 euro; Recupero coattivo entrate patrimoniali 100.000 euro; Recupero evasione Ici 500.000 euro. Infine, saranno utilizzati  parte dei proventi dei permessi a costruire pari ad 1 milione per il finanziamento della spesa corrente: tale operazione è subordinata alla modifica della fonte di finanziamento dell'intervento programmato sulle scale mobili della Rocca Paolina. Per quanto riguarda la parte Spesa, si continuano ad operare riduzioni ai capitoli di spesa corrente per vari interventi. Si sottolinea infine che  il debito residuo a fine anno è previsto in 130 milioni (nel 2009-2010 era di 175 milioni) e  che la spesa corrente era già stata ridotta in questi anni di circa il 7,5 per cento. Un lavoro significativo – queste le conclusioni della giunta - che produce un bilancio realistico e coerente con cui si prosegue, da un lato, nella  riduzione significativa della spesa e dell'indebitamento, e dall' altro nel mantenimento dei servizi e della tenuta sociale.