Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rettore, urne chiuseAffluenza vicina al 90%

Volpi e Bidini: "Ancora presto per fare qualsiasi previsione. I voti di Medicina saranno decisivi"

Sabrina Busiri Vici
  • a
  • a
  • a

Urne chiuse, in Aula Magna, dopo la seconda votazione per l'elezione del Rettore dell'Università degli Studi di Perugia per il sessennio accademico 2013/2014-2018/2019. Hanno votato in 2.175 su un totale di 2.488; Nei seggi numero 1 e 2 destinati ai Professori di Ruolo I e II fascia, Ricercatori di ruolo e a tempo determinato e rappresentanze studentesche hanno votato  1.175 (90,24 %) su 1302 aventi diritto. Nei seggi  3 e 4 destinati al Personale di Ruolo Tecnico Amministrativo, Bibliotecario, Collaboratori Esperti Linguistici (CEL) e Dirigenziale hanno votato 1.000 (84,31 %) su 1186 aventi diritto. L'affluenza alle 16.30 La temperatura alta e il sole sembrano favorire l'afflusso ai seggi per le votazioni del rettore dell'Università di Perugia. Alle 16,30 a votare nell'aula magna di Palazzo Murena si è recato oltre 80% del corpo elettorale, mentre una settimana fa alla prima votazione la percentuale alla stessa ora era intorno al 78%. A dare ulteriore slancio al corpo elettorale probabilmente ci sta anche una partita che si è ridotta a tre candidati: dopo un primo round, che ha portato all'abbandono di Mauro Volpi e Gianni Bidini, oggi in corsa per il rettorato ci sono Fausto Elisei, Franco Moriconi e Maurizio Oliviero. Ecco i dati dell'affluenza alle ore 16.30: per i seggi n.1 e n. 2 destinati ai docenti e ricercatori hanno votato 1050 (80,64%) su 1302 aventi diritto; ai seggi n.3 e n. 4 destinati al personale non docente  hanno votato 945  (79,67%) su 1186 aventi diritto 1186. L'affluenza alle 12 A mezzogiorno oltre il 40% del personale docente e quasi il 50% dei non docenti hanno già espresso il loro voto per l'elezione del rettore dell'Università di Perugia. I seggi si sono aperti nell'aula magna di Palazzo Murena dalle 8,30 e le operazioni di voto si ripeteranno fino alle 18,30 . Su un totale di 2.488 aventi diritto al voto ai seggi n.1 e n. 2 destinati ai professori ordinari, associati e ricercatori di ruolo e a tempo determinato e rappresentanze studentesche hanno votato  530   (40,70  %), su 1.302 aventi diritto. Ai seggi n.3 e n. 4 destinati al personale non docente hanno votato 589 (49,66 %), su 1.186 aventi diritto. Della rosa di cinque candidati rettore della prima votazione oggi sono rimasti in tre, quindi dopo l'abbandono di Mauro Volpi e Gianni Bidini sono ancora in lizza Fausto Elisei, Franco Moriconi, Maurizio Oliviero. Lo spoglio avrà inizio subito dopo la chiusura dei seggi. Gianni Bidini e Mauro Volpi, dopo il ritiro dalla corsa per il rettorato, a chi hanno dato il loro voto? Volpi non ha dubbi: “Con grande convinzione ho votato Moriconi”, dice il prof giurista e aggiunge: “Dopo l'appello di Oliviero in cui mi sono sentito attaccare personalmente, non ho più avuto dubbi”. Sul risultato conclusivo dell'agone Volpi non si pronuncia: “Si andrà sicuramente al ballottaggio, ma non ho idea con quali risultati: ci sono troppi movimenti sotterranei, specialmente a Medicina per fare ora qualsiasi previsione”. Stessa incertezza la palesa Gianni Bidini: “Sarà un testa a testa fino all'ultimo” dice il preside d'Ingegneria. E poi: “Non mi esprimo ancora apertamente sulla mia preferenza – specifica - come ho già detto lo farò solo in fase finale”. Una timida previsione, però, la avanza: “A rigore di logica i più avvantaggiati dovrebbero essere Moriconi e Oliviero, ma come ho già costatato al primo turno, i fatti scompigliano qualsiasi riflessione anche perché a essere decisiva è Medicina dove ancora non c'è una scelta unitaria”.