Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Adescata e violentata: 25enne condannato a 10 anni

default_image

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Dieci anni per violenza sessuale. E' questa la condanna che è stata emessa nei confronti di un 25enne albanese accusato di aver adescato su Facebook e poi violentato una 31enne perugina. L'uomo si era creato un profilo falso con cui ha carpito la sua fiducia. I due sono diventati amici e lei gli ha inviato foto di parti intime. Da lì il 25enne si è finto una terza persona che l'ha minacciata di far vedere tutto al marito se lei non si fosse prestata ad avere rapporti sessuali con lui. La ragazza ha acconsentito per due volte e poi ha chiesto aiuto. Prima ad un investigatore privato e poi ai carabinieri. Il 25enne venne arrestato in flagranza al terzo appuntamento. Il pm aveva chiesto per lui una pena di 5 anni e 4 mesi, ma il collegio, presieduto dal giudice Marco Verola, ha emesso una sentenza ben più pesante con una condanna a 10 anni e al pagamento di una provvisionale di 30 mila euro nei confronti della parte civile, assistitita dall'avvocato Daica Rometta. L'imputato invece era assistito dai legali Giovanni Picuti ed Elena Torresi, che hanno già annunciato il ricorso in appello. Nel computo della pena ha pesato anche una precedente condanna per fatto simili: il 25enne aveva rapinato e stuprato una prostituta ed era stato in carcere per tre anni e mezzo. Poi, una volta fuori, ha preso di mira la giovane che alla fine lo ha fatto arrestare.