Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non è debole il sindacato, è il mondo che è cambiato

Valerio Natili
  • a
  • a
  • a

Gentilissimo Prof. Segatori ho letto con interesse la sua riflessione sul ruolo del sindacato nella società italiana e umbra. Questi dibattiti sono sempre preziosi ma mi preme sottolineare un aspetto che mi vede in disaccordo con lei: non è debole il sindacato, è il mondo che è cambiato. Oggi il grosso degli addetti lo troviamo nel terziario e nei servizi, non più in fabbrica. Si tratta di una “rivoluzione” silenziosa ma cruciale. Questo è dimostrabile dal fatto che che sia in casa Cisl, che in casa Cgil, le prime categorie per numero di iscritti sono la Fisascat e la Filcams ovvero le categorie del terziario servizi e turismo. In questi settori l’azione sindacale si confronta con tante realtà produttive in cui la polverizzazione della forza lavoro, la precarietà e la debolezza del lavoratore, rende complicato porre in essere azioni di forza. Il lavoro del sindacato diventa molto pragmatico e si espleta nei tavoli di confronto in cui quotidianamente puntiamo a salvaguardare l’occupazione e le retribuzioni dei tanti addetti che si trovano in contesti dove i diritti basilari vengono calpestati. Anche nella nostra regione ci sono realtà lavorative in cui andare in bagno per fare i propri bisogni diventa quasi un lusso. Tutto questo nelle fabbriche non accade. Aggiungo un ultimo concetto. E' cambiata anche la visione a medio e lungo termine. Alla concertazione che avveniva “a monte”, si è sostituita la politica delle “ crisi aziendali” (a valle) in cui ci si confronta solo per evitare di perdere occupazione e non per dare un futuro all’economia ed all’occupazione nazionale. Infine in un paese in cui l’età media della popolazione è sempre più alta, i giovani sono sempre meno e sempre più disponibili a cercare altrove nuove opportunità è chiaro che anche il sindacato, come la società, vengano legittimamente fagocitati dagli anziani, dalle loro paure e dalle loro preoccupazioni. *Segretario regionale Fisascat Cisl