Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La distrazione dei detrattori

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Davide Vecchi
Caro professore, ti rispondo volentieri perché sai cosa è il giornalismo e sai cosa è una notizia: rendere noto un fatto sconosciuto ai più. Mi chiedi se mi occuperò del buco di bilancio, quindi ne sei già al corrente. E ne sei al corrente perché ne abbiamo scritto (più avanti ti indico le date). Ma sapevi che i due hotel dei Bianconi fossero gli unici di Norcia ad aver visto i fondi della ricostruzione? No, non lo sapevi. Fino a quando non l’abbiamo reso noto. Il tuo è un invito a parlare di giornalismo, quindi non posso che accettarlo. Ed è facile rispondere a entrambe le domande che poni. La prima, come scrivi, è scontata, la conosci perché citi i miei libri e i miei trascorsi, quindi sai che tra i miei “clienti” ho avuto da Silvio Berlusconi a Romano Prodi, da Matteo Salvini (mi ha querelato sette volte e le ha perse tutte) a Matteo Renzi. Eppure ti dirò, mai nessuno ha reagito in maniera così scomposta come questi peones del Pd umbro. Ma vabbè, mi spiace per loro: si mostrano per ciò che sono. Per quanto riguarda la tua seconda domanda, quella cui credo tieni di più, devo essere più preciso. E noioso. Abbiamo pubblicato il primo articolo sul buco di bilancio del Comune di Montefalco il 15 marzo 2019 quando il Pd locale ha presentato un documento in cui parlava di un generico “enorme buco”. Un altro articolo il 7 agosto. Poi ancora un altro servizio quando il Pd presenta una mozione sui conti l’11 settembre. Il 29 settembre - addirittura nell’inserto speciale dedicato alle elezioni - al tema abbiamo dedicato ben tre articoli. Infine l’otto ottobre abbiamo riportato la replica di Tesei al Pd. E direi finalmente ha risposto pure lei. Forse eri distratto, io ero qui. E ti dirò: voglio scriverne ancora ma vorrei scrivere la verità che invece ancora nessuno ha saputo ricostruire chiaramente. Vedi professore la notizia che riguarda Bianconi è emersa in maniera chiara e netta, dati alla mano dal sindaco di Norcia. Quindi è certa, verificabile e verificata. Il buco di bilancio di Tesei, invece, è decisamente ballerino. Lo stesso Pd una volta parla di 1,5 milioni, poi di 3, ieri hanno sparato 4 milioni. Lei invece sostiene si tratti di 300 mila euro. La stessa Corte dei Conti nei suoi rilievi non entra nello specifico. Chi dice la verità? L’unico modo è prendere i bilanci e scandagliarli. Confrontando anche le uscite, gli investimenti. Qualunque conclusione va poi fatta certificare. Se dovesse emergere che ha ragione Tesei? Questi dilettanti allo sbaraglio, capitanati dal presidente per caso Fabio Paparelli (ha un ruolo istituzionale e passa il tempo sui social a fare il leoncino da tastiera? Ma che rispetto ha per il ruolo che ricopre?), saprebbero accettarlo? Professore caro penso di aver risposto alla tua domanda. Tu che conosci il giornalismo, conosci la politica, conosci l’Umbria e gli uomini di cui stiamo parlando ma anche quelli (di ben altro spessore) che li hanno preceduti, prova a spiegar loro che agli insulti e alle menzogne ricorrono i disperati e gli stolti. Chissà che non decidano d i fingersi migliori di quel che ora appaiono. Almeno tentare.