Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Banca Ifis: Colombini, 'Veneto orfano banche relazione, spazio per crescere' (2)

default_image

AdnKronos
  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - Secondo Colombini, nella regione "si è creato un vuoto che noi pensiamo di poter riempire sulla fascia più avanzata della clientela: mi rendo conto che alcune banche tradizionali nella regione (come Intesa Sp, che ha inglobato le due banche popolari venete, ndr) hanno livelli non più superabili di affidamento". L'idea di Banca Ifis, insomma, è quella di diventare sempre di più "un'azienda bancaria", al di là della gestione dei crediti deteriorati. "Quello che vogliamo fare è normale credito, consulenza in operazioni straordinarie e assistenza finanziaria in queste operazioni". Banca Ifis, ha aggiunto, "ha una storia positiva, con un modello che ha funzionato, soprattutto fino a due anni fa con l'acquisizione di Interbanca, ma non si può vivere di operazioni straordinarie, per questo pensiamo di creare un'azienda sempre più bancaria e continuare sui business che ci danno maggiori soddisfazioni come il factoring". Per quanto riguarda le nuove frontiere del mondo dei crediti inesigibili, invece, alla fine del piano sarà del 20%-30% la quota degli investimenti destinata al mondo secured (quelli con garanzie del debitore, tipo gli immobili, ndr), ha annunciato Colombini. "Il mondo secured impegna capitale importante, non sarà sicuramente il core business, ma c'è molto valore al suo interno, anche perché ha tempi di risoluzione molto più brevi del mondo unsecured".