Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni, ingressi scontati per chi arriva in treno

default_image

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Trenitalia e Corsa dell'Anello di Narni: nasce nel 2017 un connubio che punta a incentivare l'utilizzo del treno, vettore verde per eccellenza, per raggiungere la città della Giostra e visitare musei, fortezze medievali ed abbazie che fanno della piccola cittadina umbra un gioiello da apprezzare in tutte le sue sfaccettature. Chi raggiungerà Narni in treno - sono oltre 30 i collegamenti regionali ed interregionali giornalieri con Ancona, Foligno/Perugia, Terni e Roma - potrà beneficiare di uno sconto del 20% sul biglietto d'ingresso per la Corsa del 14 maggio 2017 (16 euro invece di 20), che avrà luogo allo Stadio San Girolamo alle 16.00. Ulteriori facilitazioni per chi utilizzerà il treno per raggiungere Narni anche nei giorni precedenti la Corsa: biglietto d'ingresso a 4 euro (anziché a 5) per la visita guidata al Museo di Palazzo Eroli e all'Abbazia di San Cassiano, a 3,5 euro (invece di 5) per l'ingresso al Circuito degli Ambienti Medievali e a 5 euro (anziché a 6) per la visita guidata della Fortezza Medievale Rocca di Narni. Per ottenere lo sconto i viaggiatori dovranno esibire al Punto Informativo delle manifestazioni (Narni - Piazza dei Priori, 11) il biglietto ferroviario regolarmente convalidato con destinazione Narni. Le promozioni si estendono anche gli abbonati dell'Umbria: basterà esibire l'abbonamento regionale e sovraregionale Trenitalia in corso di validità, con origine o destinazione in una qualunque stazione dell'Umbria. L'accordo - si legge in una nota di Trenitalia - è una risposta concreta per incentivare il turismo in treno in occasione di appuntamenti ed eventi molto amati e di grande richiamo per la regione. E' inoltre per Trenitalia - continua la nota - un esempio di partecipazione alla vita locale in uno spirito di piena collaborazione con la Regione Umbria, le Istituzioni e le Associazioni Locali per far conoscere il territorio e i suoi eventi folkloristici ricchi di suggestioni e di tradizioni popolari.