Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Multa alle auto degli sbandieratori durante le prove

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Una multa da 53 euro a dieci auto degli sbandieratori di Narni perché “si trovavano in divieto di sosta durante uno spettacolo degli sbandieratori stessi in piazza Galeotto Marzio”. E' quello che recita il verbale di una sanzione comminata il 10 aprile scorso ma notificata a 10 cittadini narnesi esattamente due mesi dopo. Gli Sbandieratori di Narni, terziere Fraporta, quel giorno avevano protestato per alcune auto in divieto di sosta a piazza Galeotto Marzio dove avrebbero dovuto fare le prove per uno spettacolo della Corsa all'Anello. Nel giro di un paio di ore e con l'aiuto della polizia municipale narnese erano riusciti a ripulire la piazza evitando anche di multare tutti i cittadini in divieto. Ma proprio nel centro della piazza era rimasta l'auto di un universitario. All'arrivo dei carabinieri la macchina rimasta in divieto non c'era più visto che il ragazzo era casualmente arrivato a spostarla evitando così la multa: “Noi avevamo portato le auto in piazza perché avevamo bandiere e tamburi e tubicine per fare le prove, come avremmo dovuto fare? - raccontano gli sbandieratori - tuttavia le forze dell'ordine ci hanno detto che, a quel punto, avrebbero dovuto fare le multe anche a noi visto che eravamo in divieto di sosta”. In quella sede, però, nessuna notifica. E come mai sono arrivate due mesi dopo? “Perché, - replicano - come scrivono nel verbale gli agenti, durante uno spettacolo non è possibile fare le multe per motivi di ordine pubblico e vengono notificate successivamente. Ma il problema è che non c'era nessuno spettacolo, solo delle prove funzionali allo stesso. E ancora oggi non capiamo come avremmo dovuto fare se siamo stati noi a chiedere quel divieto”. Cesare Antonini